rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Riqualificazione della strada, la giunta approva il progetto e stanzia 156.000 euro

Nell’ultima seduta della giunta comunale è stato approvato il progetto relativo ai lavori di manutenzione straordinaria della strada di Cà di Gianni/Cà di Meo

La riqualificazione della strada Cà di Gianni/Cà di Meo inizia a diventare sempre più concreta, tanto che l’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna punta ad realizzare il cantiere entro il mese di novembre. 

Nell’ultima seduta della Giunta Comunale è stato approvato il progetto definitivo/esecutivo relativo ai “Lavori di Manutenzione straordinaria della strada di Cà di Gianni/Cà di Meo” redatto dal Consorzio di Bonifica della Romagna per un valore complessivo di 156.427,25 euro, per la realizzazione del quale la Giunta ha demandato al Responsabile del Settore Lavori Pubblici del Comune, Arch. Stefano Bottari, il compito di dare attuazione al progetto.

"Il nostro obiettivo – ha spiegato il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini – è quello di avviare il cantiere in tempi rapidi, in modo da realizzare le opere entro il mese di novembre, così da anticipare la stagione invernale. Ora, quindi, seguiranno le operazioni di individuazione della ditta che sarà chiamata a realizzare il progetto e di consegna del cantiere. Se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, poi, seguirà la realizzazione del cantiere. D’altra parte, la procedura di accorpamento al demanio comunale è complessa e richiede passaggi che allungano i tempi, ciò che ci ha consentito di arrivare all’avvio della fase di realizzazione delle opere solo in questo periodo dell’anno nonostante l’Ufficio Lavori Pubblici abbia lavorato a questa opera dal 2018".

"La strada di Cà di Gianni, infatti – continua il Sindaco – rientra in un lotto di strade che di fatto sono adibite da oltre 20 anni al pubblico transito, ma che formalmente risultano di proprietà dei frontisti, con una situazione problematica in termini di gestione e di responsabilità. Al fine di allineare lo stato giuridico allo stato di fatto, quindi, è necessaria, prima, un’attività di ricerca e verifica del tracciato, di individuazione delle particelle catastali, e l’ottenimento del consenso all’accorpamento al demanio comunale di tutti i proprietari frontisti, che in questo caso erano 22". 

"Nella stessa situazione - prosegue Baccini - rientrano anche le strade di Acquapartita/Pian del Nonno, Castagneto/San Cataldo, S. Silvestro/Montegranelli, Acquapartita/sopra Lago, che sono inserite nella programmazione del mandato amministrativo e per le quali abbiamo in programma di intervenire ogni anno su ciascuna delle altre, compatibilmente con i programmi dei lavori pubblici e con le risorse comunali".

"Parallelamente alle vie dei centri urbani - fa notare il sindaco – l’impegno dell’Amministrazione e degli Uffici si concentra anche sulle strade periferiche che rappresentano uno dei servizi più importanti per molte famiglie, imprenditori agricoli e imprese turistiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione della strada, la giunta approva il progetto e stanzia 156.000 euro

CesenaToday è in caricamento