menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riqualificazione del quartiere e del Palazzaccio: "Serve un progetto unitario e partecipato"

L'associazione invoca "un progetto di rigenerazione unitario e partecipato, che non rinunci all’ambizione di mettere ordine nelle numerose questioni che affliggono il quartiere"

L'associazione "Rifiorita" riapre il tema della riqualificazione del Palazzaccio e invia una lettera al Sindaco Enzo Lattuca e alla Giunta.

"Gentile signor Sindaco - si legge - con circa 150 soci attivi, da anni operiamo nel quartiere INA-casa La Fiorita con la finalità di promuovere la rigenerazione fisica e sociale del quartiere attraverso un progetto unitario ed integrato. Come evidenziato pubblicamente in più occasioni il quartiere INA-Casa Fiorita presenta diverse criticità, tra cui si evidenziano la scarsa presenza di spazi di comunità (aggravata dalla conversione in alloggi dell’ex centro sociale limitrofo all’esagono) e di attività di vicinato.  La recente vicenda della proposta di trasformazione del Palazzaccio in residenza popolare ha riacceso l’interesse dei residenti della zona per questo edificio antico e in particolare verso la sua storia, che si allaccia a quella del Risorgimento a Cesena e costituisce un elemento peculiare per l’identità del quartiere e di tutta la città.  L’impegno dei cittadini, nel solco di un’idea di rigenerazione urbana fondata sulla riscoperta e valorizzazione del patrimonio storico-architettonico e culturale, può essere la leva per sviluppare un progetto di rigenerazione unitario e partecipato, che non rinunci all’ambizione di mettere ordine nelle numerose questioni che affliggono il quartiere (oltre alle priorità già citate, la conservazione stessa del quartiere e specialmente del suo nucleo originario, il reperimento di parcheggi, la protezione dal rumore).  Da questo punto di vista crediamo che il Decreto Interministeriale n. 395/2020 che finanzia il piano sulla rigenerazione urbana e la qualità dell’abitare possa costituire una importante opportunità per la rigenerazione del quartiere Fiorita e dell’appendice naturale che lo caratterizza: il giardino della Battaglia del Monte 20 gennaio 1832 con l’edificio del Palazzaccio".

"Le misure messe in campo dal Decreto Interministeriale rappresentano, a nostro avviso, una importante risorsa per riqualificare un quartiere nato come insediamento di edilizia residenziale pubblica, che, per le sue caratteristiche di omogeneità e qualità urbanistica riconosciute anche dal PRG vigente, ben si presta a essere oggetto di un progetto complessivo. Gli obiettivi condivisi potrebbero essere quelli di incrementare l'accessibilità materiale, immateriale e la sicurezza, sia degli edifici che degli spazi, le dotazioni territoriali e i servizi di prossimità nonché di finanziare interventi di riqualificazione anche del patrimonio edilizio pubblico (ricordiamo che qui Acer continua a vendere alloggi piuttosto che a riqualificarli) e di rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici dismessi e degradati (come il Palazzaccio), anche per usi temporanei. Per tale motivo chiediamo che l’Amministrazione prenda in considerazione la possibilità di accedere a questo bando, in modo da riqualificare un quartiere importante per la città e un immobile che oggi versa in uno stato di degrado che ne mette a repentaglio la stessa conservazione fisica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento