rotate-mobile
Cronaca Bagno di Romagna

Riqualificazione del Parco del Lungo Savio: "Il nostro borgo termale cambia volto"

"E’ un avvio di cantiere che aspettavamo con interesse – comunica il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini – che ha assistito all’avvio dei lavori"

Il borgo termale di Bagno di Romagna si rinnova con l’avvio dei lavori di riqualificazione del Parco del Lungo Savio, che sono iniziati nei giorni scorsi.

"E’ un avvio di cantiere che aspettavamo con interesse – comunica il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini – che ha assistito all’avvio dei lavori insieme all’assessore Enrico Spighi e al Responsabile dei Lavori Pubblici Arch. Stefano Bottari.  Si tratta di un importante progetto che riqualifica il volto ed i servizi del nostro borgo termale e turistico e che è il frutto di un’attività di programmazione iniziata nel 2016, che ha consentito di finanziare totalmente le opere con contributi esterni. I lavori, che si svolgeranno nei prossimi sei mesi, riguardano la riqualificazione dei Giardini Lungo Savio, mantenendone l’identità originaria ma che ne migliorano l’assetto, gli arredi e le connessioni con il resto del borgo".

Il progetto prevede la realizzazione di una nuova pavimentazione, la creazione di un nuovo sistema della vegetazione, nuovi arredi fissi e mobili ed un nuovo impianto di illuminazione, una nuova balaustra lungo il Fiume Savio ed anche la creazione di un nuovo campo da gioco in sostituzione di quello esistente.  Il nuovo parco verrà poi collegato alla Piazza con un attraversamento pedonale in Via Lungosavio e sarà il punto di partenza del nuovo percorso pedonale che collega la fonte del Chiardovo, il cui tracciato verrà rinnovato insieme alla piazzetta della fonte sulfurea.

"Siamo anche orgogliosi – nota il Sindaco – di ripristinare e riqualificare lo storico laghetto presente nel Parco, in disuso da molti anni, seguendo i consigli del nostro compianto consigliere  Enzo Fabbri, con il quale abbiamo lavorato insieme alla progettazione e al quale proporrò al Consiglio Comunale di intitolare i Giardini riqualificati".

I lavori, che ammontano ad  578.000 euro, rientrano all’interno di un progetto più ampio che ha coinvolto anche la riqualificazione di Palazzo del Capitano, che è stato già interessato nel corso dell’estate da opere di restauro e innovazione tecnologica, per un complessivo importo di 1.024.000 euro.

"Si tratta di investimenti straordinari per Bagno di Romagna – spiega Marco Baccini – che siamo riusciti a sostenere grazie alla ricerca di finanziamenti esterni, che sono rappresentanti per €444.944,96 euro da contributo europeo sul POR FESR 2014/2020, per  42.341,31 euro da contributo del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, per  90.813,73 euro da contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì nell’ambito del cd. Distretto 2018. Riteniamo sia un progetto bello e utile per un rinnovamento del nostro borgo, che servirà ai nostri cittadini per fruire di aree riqualificate e per l’accoglienza dei nostri avventori, di cui vogliamo ringraziare l’Arch. Oscar Favetta Boattini che ha sviluppato il progetto e l’Ing. Stefano Lucchi che ha coordinato la sicurezza". 

La ditta esecutrice dei lavori è risultata la soc. agr. Deltambiente che fa parte della C.E.A.R. Soc. Coop., che si è aggiudicata la gara d’appalto gestita dalla Stazione Unica Appaltante dell’Unione Valle Savio, che ringraziamo per il lavoro di supporto e organizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione del Parco del Lungo Savio: "Il nostro borgo termale cambia volto"

CesenaToday è in caricamento