Ripulito il nuovo mosaico in via Strinati: spuntano ornamenti esagonali

Tutto questo lascia supporre che esistano piu “Cesene” sotto i piedi indice questo di un luogo abitato fin dalla notte dei tempi

In via Strinati appena ripresi con il nuovo anno i lavori di Hera, già sono stati rinvenuti nuovi reperti di epoca romana. In questo caso il giacimento archeologico si trova a circa sessanta metri ad est rispetto al vecchio sito scoperto a ottobre dello scorso anno e completato e messo alla luce a dicembre. Nel caso odierno si tratta ancora di una parte di una pavimentazione a mosaico, senza immagini al momento, costituito da alcuni aspetti ornamentali esagonali che lasciano supporre sia una parte laterale del piano di calpestio in prossimità di una muratura. Il particolare del nuovo reperto è che si trova circa trenta centimetri più in basso rispetto al precedente, collocato a un metro e venti di profondità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto questo lascia supporre che esistano piu “Cesene” sotto i piedi indice questo di un luogo abitato fin dalla notte dei tempi. Non per niente durante gli scavi per costruire il nuovo foro annonario alcuni anni fa venne addirittura scoperto un villaggio preistorico dell'età del bronzo con tracce evidenti di una strada carrozzabile. Tutto, in quel caso, venne ricoperto in quanto le costruzioni moderne non potevano aspettare, ma la consolazione fu che tutto venne registrato, filmato e catalogato. Non è il caso dei reperti di via Strinati attuali per i quali c'è già pronta la loro collocazione, provvisoria, presso la Biblioteca Malatestiana in attesa di avere un luogo più adeguato e magari il tanto atteso “Museo delle Città”. Al momento gli scavi continuano anche se non è previsto un allargamento laterale della trincea scavata da Hera. I vecchi reperti, interrati a dicembre, verranno recuperati in primavera dove si procederà all'opera di distacco dal terreno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Due anni di scavi per far emergere un pezzo di storia, anche il campo militare che ospitò Cesare

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Positiva una bambina di prima elementare, in quarantena 19 alunni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento