"Ridammi i regali che ti ho fatto": picchia l'ex e finisce in cella

Tra una settimana, il 25 novembre, ci sarà la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Intanto la cronaca ci richiama quanto tale problema sia diffuso.

Tra una settimana, il 25 novembre, ci sarà la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Intanto la cronaca ci richiama quanto tale problema sia diffuso. La Polizia alcuni giorni fa è dovuta intervenire nell'abitazione di una donna di 50 anni, a Cesena, per constatare la furia violenta dell'ex compagno, un cesenate di 47 anni. Domenica mattina l'uomo è piombato nella casa dell'ex (tra i due c'è stato un rapporto travagliato che si trascina da diversi anni) per pretendere la restituzione di oggetti regalati quando ancora erano assieme: gioielli, mobilio, apparecchi tecnologici. 

Ne è quindi nato un parapiglia. L'uomo violento avrebbe picchiato alla donna con calci e pugni, fino ad arrivare a metterle le mani al collo. Le ecchimosi riportate sono state refertate in 5 giorni di prognosi. Allertata dalla vittima, quando è arrivata la volante della Polizia il soggetto si era già allontanato e fatto rientro nella sua abitazione. Qui sono andati a prenderlo le forze dell'ordine. Il 47enne, già noto per episodi di violenza, gli hanno trovato addosso il cellulare della ex compagna. Sono scattate le manette con l'ipotesi di reato di rapina, mentre per le percosse si procede per querela di parte. Dopo la convalida (pm Lucia Spirito), il giudice ha disposto il mantenimento in carcere del 47enne, come misura di custodia cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento