rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Gambettola

Era con Mariangela 20 minuti prima della tragedia, l'ex compagno: "Allegra ed estroversa, non beveva mai alcolici"

A mettere in fila i ricordi di Mariangela, la donna morta nell'incidente d'auto a Pinarella di Cervia, è il suo ultimo compagno con cui  ha avuto una relazione durata sei mesi

Mariangela Bardi, 62 anni, una donna piena di vita e dal carattere forte, ripeteva sempre "Se dovesse succedermi qualcosa voglio che mi succeda per bene. Non sopporterei l'idea di non essere più autonoma". Una frase simbolo del suo modo di vivere, sempre in prima linea, sempre in pista. O a divertirsi o a combattere. A mettere in fila i ricordi di Mariangela, una delle due donne morte nell'incidente d'auto a Pinarella di Cervia, è il suo ultimo compagno con cui  ha avuto una relazione durata sei mesi. Poi, a giugno, essendo sopraggiunte alcune incomprensioni, i due avevano deciso di interrompere il loro rapporto per un periodo.

La difesa della ragazza: "Positività dovuta ai farmaci"

"Era stata lei a dirmi che aveva bisogno di tempo - spiega l'ex compagno, che vuole restare anonimo - A me è dispiaciuto molto perchè Mariangela era una donna fantastica, unica. Io negli ultimi tempi ero un po' distratto dal mio lavoro e da alcuni problemi e forse non l'ho curata come avrei dovuto e come lei avrebbe voluto. Per questo c'è stato questo piccolo allontanamento. Ci siamo conosciuti all'inizio dello scorso dicembre nei gruppi di single, la notte di Capodanno ci siamo messi insieme. Sono stati sei mesi bellissimi. Abbiamo fatto gite, siamo andati a ballare, in moto. Mariangela aveva un carattere forte, era schietta e diceva tutto quello che pensava".

Anche venti minuti prima che accadesse il terribile e mortale incidente Mariangela era insieme al suo ex compagno. "Eravamo al bar Sport di Capannaguzzo per un apericena - racconta - ha ballato tutta la sera, si è bevuta un litro e mezzo di acqua perché lei non beveva alcol e non fumava. Era sempre allegra così, naturalmente, ed era conosciuta proprio per il suo modo estroverso di fare baracca. Non avevamo un appuntamento, ma conoscendola, potevo immaginare che una serata così, con il dj Max Zompanti in consolle, non se la sarebbe persa. E infatti quando nel parcheggio ho visto la sua panda rossa ho capito che c'era anche lei. Si è divertita moltissimo con le amiche. Poi se n'è andata ed è successo quello che è successo".

Ha la voce rotta dalla commozione il suo ex compagno perchè non si dà pace. "Non meritava questo - continua - era una donna che nella vita ne aveva viste tante ma si era sempre rialzata. Era una guerriera. Era nativa di Polenta ma si era trasferita a Gambettola da piccolissima. Lì aveva aperto una merceria che l'aveva fatta conoscere a tutto il paese. Era bravissima a realizzare abiti, gioielli, era molto creativa. Mariangela aveva due figli, una che abita vicino a Cesena e un maschio che sta in Finlandia. Poi tre anni fa si era trasferita a Gloria di Bagnacavallo con un compagno. La storia era finita e lei era rimasta ad abitare lì, ma stava cercando in tutti i modi di tornare a Gambettola, nella sua Gambettola. So che stava cercando casa. Purtroppo non ha fatto in tempo".

A tormentare il suo ex compagno è anche il pensiero che se fosse stata insieme a lui, con la sua macchina che è più grande di una Panda, forse non sarebbe successo quello che è successo. Ma purtroppo non si può tornare indietro e il nastro della vita non si può riavvolgere. Il conforto è nel ricordo di aver trascorso e condiviso una parte della sua vita con una donna fantastica com'era Mariangela.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era con Mariangela 20 minuti prima della tragedia, l'ex compagno: "Allegra ed estroversa, non beveva mai alcolici"

CesenaToday è in caricamento