Emergenza furti e rapine, 12 sindaci scrivono ai ministri Salvini e Trenta: "Servono rinforzi"

"Nelle ultime settimane nel territorio cesenate, nella zona di Cesenatico e nella Valle del Rubicone, si sta registrando un’escalation di furti in abitazioni e imprese", è la premessa dei primi cittadini

FOTO DI REPERTORIO

I dodici sindaci del Cesenate hanno firmato una lettera indirizzata al ministro dell'Interno, Matteo Salvini, e al ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, nella quale si chiede "di considerare seriamente e urgentemente l’ipotesi di un necessario aumento di organico delle forze dell’ordine (poliziotti e Carabinieri) destinato a garantire un maggior controllo del nostro territorio, o lo sblocco dei limiti di capacità assunzionale della Polizia Locale finalizzato al controllo del territorio". Hanno sottoscritto la nota i primi cittadini di Bagno di Romagna, Borghi, Cesena, Cesenatico, Gambettola, Longiano, Mercato Saraceno, Montiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Verghereto. Mancano invece i nomi dei sindaci di Sarsina, Gatteo e Sogliano, che sono invece di centro-destra.

"Nelle ultime settimane nel territorio cesenate, nella zona di Cesenatico e nella Valle del Rubicone, si sta registrando un’escalation di furti in abitazioni e imprese - premettono i primi cittadini -. Ciò che sta spaventando i nostri cittadini è la frequenza dei furti, gli orari scelti, (spesso i ladri agiscono nelle prime ore della sera, quando da noi si è abituati a tornare a casa dal lavoro) e vi sono persino stati episodi di aggressioni ai danni dei proprietari che si sono imbattuti nei malviventi".

I sindaci elencano una serie di episodi che hanno turbato i cittadini: "Nella frazione di Cannucceto (Comune di Cesenatico) il proprietario di casa, dopo averli sorpresi, è stato preso a bastonate da alcuni ladri a volto coperto nel giardino di casa. A Savignano verso le 22 di un sabato sera una donna in bicicletta, in un’area urbana e illuminata, è stata scaraventata a terra e presa a pugni da un uomo che le ha poi sottratto la borsa. Nonostante il grande e costante impegno di Polizia e Carabinieri per il controllo del territorio, la situazione presenta elementi di forte preoccupazione per il nostro territorio, non abituato a situazioni di questo tipo".

"Le amministrazioni locali del territorio cesenate sono tutte impegnate in costosi progetti per la realizzazione di impianti di videosorveglianza, le Polizie Locali sempre più sono utilizzate in orari e turni straordinari, sono partiti numerosi progetti di “Controllo del vicinato” con il coinvolgimento dei cittadini ma, nonostante tutto ciò, la situazione continua a presentare elementi di grande criticità, con il rischio che tale fenomeno possa interessare anche le aree interne - viene rimarcato -. Le associazioni di categoria e le forze sociali stanno stimolando le amministrazioni locali ad attivarsi perché il fenomeno sia affrontato a più livelli, partendo da una forte implementazione degli organici di Polizia e Carabinieri, proprio mentre, per fortuna, si sta riattivando un Piano di assunzione per le forze dell’ordine atteso da anni".

"In questo contesto è utile ricordare che la vocazione turistica del nostro territorio - con particolare riferimento alla costa, area nella quale si registrano complessivamente circa 5 milioni di presenze annue, richiede uno sforzo particolare e sarebbe auspicabile, oltre al progetto Spiagge Sicure, anche la rivalutazione dei Posti estivi di Polizia, con tempi più lunghi di permanenza, senza andare ad intaccare gli organici e la presenza delle stazioni delle Forze dell'Ordine nelle aree interne del territorio - viene aggiunto -. Siamo infatti convinti che, facendo ognuno la propria parte, si possa arrivare all’obiettivo di garantire ai nostri cittadini maggiore sicurezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindaci chiedono quindi a Salvini e Trenta "di considerare seriamente e urgentemente l’ipotesi di un necessario aumento di organico delle forze dell’ordine (poliziotti e Carabinieri) destinato a garantire un maggior controllo del nostro territorio, o lo sblocco dei limiti di capacità assunzionale della Polizia Locale finalizzato al controllo del territorio. Restiamo in attesa di una vostra presa di posizione formale che, ne siamo certi, non vorrà mancare, considerate le attenzioni che i cittadini e le imprese del nostro territorio meritano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Cesena, Gambettola e Mercato Saraceno: un bollettino nero con altri decessi

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

  • Cresce il 'focolaio' nella casa di riposo, 15 contagiati. "Guarito un agente della Polizia Locale"

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento