Riapertura dell'E45, sono ore di ansia: ma la decisione slitta all'inizio della prossima settimana

Il pm Roberto Rossi, dopo aver esaminato la relazione dei tecnici, potrà decidere se chiedere o meno al gip Piergiorgio Ponticelli di riaprire il tratto che da Valsavignone arriva a Canili

Sono ore di attesa per conoscere cosa accadrà sulla E45: sarà riaperto il viadotto Puleto oppure no? La decisione sulla possibile riapertura al traffico leggero della procura di Arezzo, attesa per venerdì, è slittata all'inizio della prossima settimana. Il pm Roberto Rossi, dopo aver esaminato la relazione dei tecnici, potrà decidere se chiedere o meno al gip Piergiorgio Ponticelli di riaprire il tratto che da Valsavignone arriva a Canili. In quel tratto si trova infatti il viadotto Puleto, posto sotto sequestro la settimana scorsa: poche centinaia di metri, cinque campate, chiuse al traffico, che dividono in due l'Italia.

Secondo i tecnici della Procura sarebbero emerse gravi criticità, tanto da far pensare al rischio di un crollo. Secondo Anas, gestore del tratto, il viadotto era sì da risistemare (i lavori sono stati consegnati lo scorso 18 dicembre), ma non era così malridotto da costituire un  pericolo per i viaggiatori. Nei giorni scorsi consulenti della procura sono tornati sulla E45 e hanno svolto ulteriori accertamenti, tra i quali alcune prove di carico. L'ipotesi paventata dalla società che gestisce la struttura sarebbe quella di riaprire parzialmente il tratto ai mezzi leggeri, utilizzando una corsia per carreggiata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

Torna su
CesenaToday è in caricamento