Restauro della cappella di San Benedetto: generosa donazione dell'associazione "Valori e Libertà"

La somma è stata consegnata nelle mani del priore dell'Abbazia Don Gabriele Dall'Ara dalla presidente del sodalizio Lucia Maccagnino.

Donati quattromila euro dall'associazione "Valori e Libertà" all'Abbazia del Monte di Cesena per il restauro della piccola cappella dedicata a San Benedetto in via del Monte davanti al sentiero delle Scalette. La somma è stata consegnata nelle mani del priore dell'Abbazia Don Gabriele Dall'Ara dalla presidente del sodalizio Lucia Maccagnino. La cappella fa parte delle mura settecentesche del complesso religioso,al momento sono in fase di restauro, e l'associazione si era fatta carico di contribuire alle spese del manufatto dedicato al fondatore dell'ordine che reca al suo interno una pregevole opera in ceramica di Giannetto Malmerendi, noto scultore e pittore nonché valente ceramista faentino d'origine ma cesenate d'adozione, con un errore nella firma dove è scritto Malmere(re)ndi, sicuramente un errore di incisione che tuttavia rende oltremodo originale l'opera.

Una costruzione, tuttavia che racchiude alcuni misteri. “Il piccolo complesso - dice l'architetto Luca Fioravanti che con il geometra Gabriele Valentini si è occupato del restauro - non ha nessun progetto di costruzione depositato né in comune nè presso gli archivi dell'abbazia. Sappiamo che venne costruito nel millenovecentoquarantanove all'indomani della guerra e sicuramente per atto di fede. Non è dato sapere però chi lo commissionò, inoltre l'opera grafica, con un piccolo errore nella firma, è datata millenovecentocinquantotto, quindi di un decennio posteriore alla costruzione e in quel periodo l'autore era sovrintendente regionale alle belle arti. Si potrebbe anche supporre  che la pregiata  ceramica sia collocata su un affresco, ma questo al momento non è possibile accertarlo". Qualche mistero quindi aleggia intorno alla cappelletta?

"Non possiamo dire questo - sottolinea l'architetto - tuttavia in quei tempi si era soliti fare piccole modifiche nei fabbricati all'improvviso, tuttavia qualche traccia dovrebbe esserci e se non c'è può darsi che si sia smarrita nei vari passaggi che ha subito l'ufficio del catasto in settantanni”. “Con questa donazione - dice la presidente Lucia Maccagnino - confermiamo gli intenti dell'associazione Valori e Libertà che da undici anni, come sezione femminile, opera a Cesena per dare voce ai valori cattolici e della società civile. In questi anni abbiamo dato al territorio oltre centomilaeuro, in particolare in strumenti sanitari, ai bisognosi e in aiuto ai terremotati. Noi stessi acquistiamo, dietro consiglio dei medici, le apparecchiature e portiamo di persona i contributi in denaro ai terremotati o a chi ne ha bisogno, non abbiamo intermediari. Ricordiamo i nostri sponsor tra gli altri l'Orogel, Burraco Panathlon che ci aiutano in questa nostra impresa. Con questo contributo vogliamo rendere omaggio ad una grande costruzione della fede popolare.” “Al di là del denaro che lascia il tempo che trova - sottolinea il priore don Gabriele Dall'Ara - l'abbazia è proprietà della città e tutto ciò che contribuisce a mantenerla integra nel tempo è benvenuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento