rotate-mobile
Cronaca

Reddito di cittadinanza, a Cesena lo percepiscono in 271. In dieci coinvolti nei sei Puc: dalla compagnia agli anziani alla digitalizzazione

In consiglio comunale giovedì pomeriggio c'è stata una panoramica per quanto riguarda il Reddito di cittadinanza a Cesena e nei comuni nell'Unione Valle Savio. Labruzzo ha risposto a Capponcini (M5s)

In consiglio comunale giovedì pomeriggio c'è stata una panoramica per quanto riguarda il Reddito di cittadinanza a Cesena e nei comuni nell'Unione Valle Savio. Uno sguardo particolare è stato rivolto ai Puc, i progetti utili alla collettività collegati ai percettori del reddito stesso. In risposta all’interpellanza presentata dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Claudio Capponcini, l’assessore ai Servizi per la Persona e la Famiglia Carmelina Labruzzo ha risposto condividendo alcuni elementi fondamentali. Si tratta dell’unica interpellanza programmata per la seduta di giovedì 29 settembre.

Ha spiegato Labruzzo: "I nuclei “redditisti” dell’Unione dei Comuni della Valle del Savio, fino alla fine di giugno, sono 323 di cui 271 di Cesena. Da agosto 2021 ad oggi sono stati approvati e caricati sulla Piattaforma GePI, 6 Progetti Utili alla Collettività (PUC), attivati all’interno dei Settori del Comune di Cesena".

Questi i Puc nel dettaglio

PUC “Parlami: Ti Ascolto”– Settore Servizi Sociali. I beneficiari del reddito di cittadinanza sono coinvolti nel servizio di compagnia agli anziani a domicilio, già in carico al Servizio Sociale. Il progetto prevede 2 postazioni disponibili per i beneficiari di Rdc: una riservata ai beneficiari abbinati al PUC dal Centro per l’Impiego (CPI) nell’ambito del Patto per il Lavoro; la seconda riservata all’abbinamento da parte del Servizio Sociale, nell’Ambito del Patto per l’Inclusione Sociale. Il PUC è attivo da agosto 2021 e, ad oggi, ha coinvolto 3 beneficiari.

PUC “Digitalizziamo l'Archivio – Settore Servizi Sociali” (ambito culturale).  I beneficiari di Rdc sono coinvolti nell’attività di digitalizzazione di archivi fisici in capo al Settore. Il progetto prevede 2 postazioni disponibili (1 riservata al CPI, 1 al Servizio Sociale). Il PUC è attivo da agosto 2021 e, ad oggi, ha coinvolto 4 beneficiari di Rdc.

A luglio 2022, il PUC “Digitalizziamo l’Archivio” è stato rinnovato per una seconda edizione. Il progetto prevede 1 postazione, riservata al CPI. Il PUC è attivo da luglio 2022 e, ad oggi, ha coinvolto 1 beneficiario di Rdc.

PUC “Database Digitale”- Settore Tutela dell’Ambente e del Territorio (ambito culturale). I beneficiari di Rdc sono coinvolti nell’attività di creazione di un database digitale a partire da registri cartacei, e in semplici attività di back office a supporto del Settore. Il progetto prevede 1 postazione, riservata al CPI. Il PUC è attivo da marzo 2022 e, ad oggi, ha coinvolto 1 beneficiario di Rdc.

PUC “Attivi per il Patrimonio” - Settore Servizi Amministrativi, Partecipazione, Patrimonio. I beneficiari di Rdc sono coinvolti nell’attività di riordino e inventariato di quanto contenuto all’interno dei magazzini comunali. Il progetto prevede 2 postazioni disponibili (1 riservata al CPI, 1 al Servizio Sociale). Il PUC è attivo da giugno 2022 e, ad oggi, ha coinvolto 1 beneficiario di Rdc.

PUC “CatalogAZIONE per il CDE” – Settore Servizi Educativi, Istruzione e Sport (ambito culturale). Ai beneficiari di Rdc è richiesto un supporto all’attività di catalogazione della biblioteca del CDE. Il progetto prevede 2 postazioni disponibili (1 riservata al CPI, 1 al Servizio Sociale). L’avvio delle attività progettuali è previsto ad ottobre 2022.

"Dall’attivazione dei primi progetti (agosto 2021) ad oggi - ha spiegato Labruzzo - sono stati 17 i beneficiari del reddito di cittadinanza residenti a Cesena segnalati dai servizi preposti per la partecipazione ai PUC. Di questi, 5 beneficiari segnalati dal Centro per l’impiego sono stati ritenuti “non idonei”.  Per 2 invece, abbinati nell’ambito del Patto per l’Inclusione Sociale dal Servizio Sociale del Comune, si stanno predisponendo tutte le attività propedeutiche all’avvio. Ai beneficiari coinvolti nei PUC viene inoltre richiesto un impegno settimanale di 8 ore, per un massimo di 6 mesi, compatibilmente con la durata residua di percezione del Reddito. Per coloro che non rispettano tale impegno, viene effettuata, a seguito di iter definito dalla normativa di riferimento, la segnalazione ad INPS che comporta la decadenza del beneficio (ad oggi, sono state effettuate due segnalazioni su territorio del Comune di Cesena: una per il PUC “digitalizziamo l’archivio” e una per il PUC “Attivi per il Patrimonio”)".

"Per quanto riguarda le risorse provenienti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il Fondo Povertà Quota Servizi, all’Unione, per il triennio 2018-2020, sono state assegnate complessivamente queste risorse: per l'annualità 2018: 288.164,68 euro, per l'annualità 2019: 342.012 euro, per l'annualità 2020: 607.818,16 euro. Con specifico riguardo ai PUC, sono stati programmati  206.880 euro, impegnati dal Settore Servizi Sociali per la gestione dei PUC, da attuare attraverso specifica Convenzione sottoscritta con ASP Cesena Valle Savio (in corso di rinnovo fino a tutto il 2024). Di tale somma, ad oggi, circa il 2021 (a partire da aprile) sono stati liquidati 39.033,07 euro, mentre il 2022 è in fase di rendicontazione per successiva fatturazione e liquidazione. Il personale del Settore Servizi Sociali dell’Unione attualmente impiegato nella gestione dei PUC, finanziato da risorse del Fondo Povertà, è pari a 4 risorse. A seguito di uscita del personale, le risorse impiegate sono pari a 2".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, a Cesena lo percepiscono in 271. In dieci coinvolti nei sei Puc: dalla compagnia agli anziani alla digitalizzazione

CesenaToday è in caricamento