Razzie nei furgoni, la banda continua a colpire: "Mi hanno rubato 5mila euro di materiale"

Ultima vittima in ordine cronologico il titolare di un'azienda che si occupa di rifrigerazione industriale, la Frigotek.

Da qualche tempo a Cesena e zone limitrofe si aggira una banda ben organizzata che colpisce in modo sistematico i furgoni degli artigiani. Tra le vittime: idraulici, elettricisti, carpentieri. Ultimo in ordine cronologico il titolare di un'azienda che si occupa di rifrigerazione industriale, la Frigotek.

"Mercoledì sera avevo parcheggiato il mio furgoncino, tipo doblò, sulla strada, in via Polenta - spiega Giorgio Ravaglia, titolare di Frigotek - Sfortuna ha voluto che il solito posto che mi permette di parcheggiare il furgone a marcia indietro appoggiando il portellone posteriore a una fitta siepe fosse occupato, quindi ho dovuto lasciarlo per strada, in una posizione un po' più esposta. A dire il vero ero un po' preoccupato perché  un mio collega di Savignano, a cui avevano ripulito il furgone la scorsa settimana, mi aveva messo sull'altolà (tant'è che questo fine settimana avevo già in programma di installare un deterrente) ma non ho potuto fare diversamente. Anche perché a scaricare e ricaricare tutto il materiale impiego oltre mezz'ora. Così ho sistemato il furgone e sono andato a letto. Ma giovedì mattina, alle 7.30, quando sono uscito per andare a lavoro ho visto il portellone posteriore semiaperto. Purtroppo ho capito subito..."

A Giorgio Ravaglia hanno portato via quasi 5 mila euro di materiale, tra cui 6 valigie con trapani, flessibili, manometri per la termperatura, smerigliatori, 4 carrelli per la fiamma ossidrica, tubo di rame, bilance per il gas, pompe per fare il vuoto. Tutto materiale che, secondo l'artigiano, ha un ottimo mercato e viene rivenduto in altre città a prezzi più bassi.

"Ora capisco perché ogni tanto ho visto fuori dai cantieri, anche fuori provincia  - continua ancora Ravaglia - uomini, presumibilmente dell'Est, che rivendevano trapani e flessibili a prezzi bassissimi. Quegli articoli non sono usati da chi ha lavorato, ma sono rubati. Secondo me è una banda molto ben organizzata e mira solo a questo tipo di articoli, altrimenti non si spiegherebbe come abbiano fatto a entrare in azione proprio la sera in cui avevo parcheggiato il furgone senza proteggere il portellone posteriore. Significa che mi stavano tenendo d'occhio". 

Le telecamere del bar a fianco hanno inquadrato un furgone verso le 3 di mattina che si è fermato proprio a fianco del mezzo di Ravaglia. Sono scesi due uomini e aprendo la serratura del portellone con una chiave universale si sono fatti strada all'interno del furgone. Hanno scaricato e ricaricato nel loro. Dopo aver ripulito tutto, sono andati via. Sarebbe importante che le forze dell'ordine acquisissero i video di altre telecamere lungo la strada per capire che direzione hanno preso i malviventi e la targa del loro furgone. Ma anche i carabinieri, a cui ha fatto denuncia l'artigiano cesenate, sono sopraffatti dal lavoro. In questi ultimi dieci giorni, infatti, come si legge anche sulla pagina facebook Cesenasicura sono stati numerosi i furgoni ripuliti. Alcuni anche per la seconda volta.   Nella foto un furgone di un idraulico ripulito a Pievesestina 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Caos Sanremo, anche da Cesena critiche ad Amadeus: "Prenda le distanze da Junior Cally"

  • La Polizia arresta due fratelli sulla E-45: dovevano scontare una pena di 4 anni di reclusione

Torna su
CesenaToday è in caricamento