Ancora minorenni e già rapinatori nelle farmacie, smantellata la banda dei ragazzini

Ai due ragazzini, visto che non hanno ancora compiuto 18 anni, è stata applicata la misura cautelare di collocamento in comunità

Smantellata la banda di ragazzini che rapinava le farmacie. Dopo aver messo le mani sul "palo" (un ragazzo di origini moldave di 20 anni) la Polizia giudiziaria del Commissariato di Cesena, diretto dal dirigente Giorgio Di Munno, tramite una feconda attività investigativa, è riuscita a individuare anche gli altri due "compagni di merenda". Si tratta di due minorenni (tra i 16 e 17 anni) di origine cesenate, finora incensurati ma, per come hanno iniziato la loro attività, con prospettive delinquenziali importanti. 

RAPINE NELLE FARMACIE: IL VIDEO

I due ragazzini, come si vede dalle immagini riprese dai circuiti interni delle farmacie rapinate, erano il "braccio operativo" della banda. In parte travisati entravano con coltello e pistola, forse giocattolo, facendosi consegnare il fondo cassa dai commessi. Ma non solo, visto che c'erano, facevano razzia anche dei loro portafogli.

Nella prima rapina, risalente al 21 febbraio, erano riusciti a portar via 1700 euro dal fondo cassa e 245 euro dalle tasche delle farmaciste più carte di credito e bancomat. Nella seconda rapina del 23 febbraio 1000 euro dal fondo cassa e 45 euro dai portafogli. Nell'ultima, quella di Poggio Torriana, avvenuta in orario notturno, avevano portato via qualche centinaio di euro.

L'individuazione dei due cesenati minorenni è avvenuta tramite identikit reso dai testimoni delle rapine messo a confronto con le frequentazioni documentate del "palo", appostamenti vari e prove concrete. Ai due ragazzini, visto che non hanno ancora compiuto 18 anni, è stata applicata la misura cautelare di collocamento in comunità. A occuparsi di loro è il Tribunale dei Minorenni di Bologna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento