Sette colpi in 4 mesi: sgominata la gang della "Fiat Punto"

Hanno messo a segno ben sette colpi in banca tra Forlimpopoli, Cesena, Sant'Angelo di Gatteo, Rimini, Villa Verucchio, Longiano e Cesenatico per un bottino di circa 120mila euro

Hanno messo a segno ben sette colpi in banca tra Forlimpopoli, Cesena, Sant'Angelo di Gatteo, Rimini, Villa Verucchio, Longiano e Cesenatico per un bottino di circa 120mila euro. Ma hanno commesso alcuni passi falsi che hanno consentito ai Carabinieri della Compagnia di Cesenatico e Meldola, coordinati dal pm Marilù Gattelli, di inchiodarli. In manette con l'accusa di rapina aggravata in concorso e ricettazione sono finite sette persone, quattro delle quali in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

>VIDEO RAPINA A VILLALTA DI CESENATICO

Il giudice per le indagini preliminari Luisa Del Bianco ha infatti firmato l'obbligo di firma per tre componenti dell'organizzazione, che, dopo la cattura, avvenuta il 24 gennaio scorso in seguito ad una rapina ad un istituto di credito di Cesenatico, hanno collaborato nelle indagini. Si tratta di due basiste, che davano appoggio agli esecutori materiali degli assalti (tutti originari del catanese), e del patrigno di una delle due donne.

Le indagini degli uomini dell'Arma sono scattate in seguito alle analisi dei fotogrammi delle telecamere di videosorveglianza degli istituti di credito presi di mira. Il primo assalto è stato messo a segno circa un anno fa a Sant'Angelo di Gatteo, seguito a pochi giorni di distanza da una rapina a Cesena. A distanza di un mese e mezzo la banda è tornata in azione: 9 novembre a Villa Verucchio, l'indomani a Longiano e il 18 dello stesso mese a Forlimpopoli.

Le ultime due sortite sono state completate il 23 gennaio a Rimini e il giorno successivo a Cesenatico, quando è scattato l'arresto per le due basiste, rispettivamente di 28 e 48 anni, e di tre componenti della banda, V.F., classe 1964, marito della 58enne e padre della ragazza, G.O.M., 31enne, e di C.S.S., 22 anni. Gli accertamenti delle singole rapine ha permesso di scoprire che i giorni precedenti ai colpi i malviventi procedevano a dei sopralluoghi.

Lo step successivo consisteva nel rubare un'auto nella zona del riminese, scelta caduta sempre sulle “Fiat Punto”, in due circostanze la stessa a San Mauro Pascoli. Dopodichè in banca si presentavano in due: G.O.M., a volto scoperto, ed un complice con il viso travisato ed armato di cutter. Ottenuto il bottino, si dileguavano a bordo della piccola utilitaria, abbandonandola dopo poche centinaia di metri. Tra le rapine di Forlimpopoli e Longiano è emersa una similitudine.

La presenza di una “Bmw Serie 3” grigia. I militari, con indagini vecchio stile, sono riusciti ad individuare la proprietaria dell'auto, la 28enne F.M.. Seguendo la vettura gli inquirenti sono così arrivati alla cattura il 24 gennaio scorso di quattro componenti della banda. La collaborazione delle due basiste ha permesso agli inquirenti di chiudere il cerchio, arrestando gli ultimi tre componenti con la collaborazione dei Carabinieri di Gravina di Catania e Paternò.

In manette sono così finiti M.F.M.C., classe 80 di Gravina di Catania, G.P., classe 84 di Paternò e A.B.P., classe '88, domiciliato a Nicolosi. Quest'ultimi si trovano detenuto nel carcere di Catania, mentre G.O.M. e G.S.S a Forlì. Nel corso delle indagini sono stati recuperati i 25mila euro rapinati a Cesenatico, che saranno restituiti alla banca, armi e proiettili. Ma la banda ha colpito anche fuori Romagna: una volta a Macerata ed un'altra a Prato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento