Rapinatori di Gratta e vinci, traditi dalla riscossione a Cesenatico: arrestato il trio

Uno degli arrestati il 13 febbraio si era presentato in una tabaccheria di Cesenatico per incassare l'ennesimo biglietto vincente

E' scattato all'alba di giovedì il blitz dei carabinieri del Norm di Riccione che ha permesso di arrestare un trio di rapinatori che, nel mese di febbraio, avevano messo a segno due colpi armati di pistola. A finire in manette sono stati due 40enni riminesi e una russa 34enne, tutti già noti alle forze dell'ordine, incastrati dall'ingordigia di mettere all'incasso i tagliandi Gratta&Vinci frutto di un colpo al bar "Post" di Misano nella notte tra il 9 e il 10. Una rapian che aveva fruttato un bottino di 2500 euro oltre a stecche di sigarette e tagliandi della lotteria istantanea.

Gli inquirenti, poi, hanno iniziato a monitorare gli incassi dei biglietti Gratta&Vinci rubati. La sera del 13 febbraio, mentre gli investigatori stavano svolgendo i loro accertamenti presso una tabaccheria di Cesenatico, uno dei due 40enni si era presentato nella rivendita per incassare l'ennesimo biglietto vincente. Inconsapevole della presenza dei carabinieri, l'uomo era stato poi identificato da una pattuglia fornendo così agli inquirenti il nome e l'indirizzo.

Sospettando di essere stato scoperto, il malvivente per il colpo successivo si era affidato alla propria fidanzata, la 36enne russa, e all'amico e coetaneo. Il due, in sella sempre allo scooter, la sera del 19 febbraio avevano tentato un'altra rapina sempre a mano armata facendo irruzione in un alimentari nel quartiere di Santa Monica a Misano. Il colpo, però, era fallito grazie alla prontezza delle commesse che erano riuscite a metterli in fuga.

Tutti gli indizi hanno permesso di chiudere il cerchio e il pubblico ministero che ha coordinato l'indagine, Giulia Bradanini, ha chiesto e ottenuto dal gip del Tribunale di Rimini un'ordinanza di custodia cautelare per il trio con le accuse di rapina e tentata rapina in concorso, ricettazione e porto abusivo di strumenti atti ad offendere. Eseguita nella mattinata di giovedì, la coppia è stata poi trasferita nel carcere di Pesaro mentre, per l'amico, si sono aperte le porte della casa circondariale di Rimini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento