Rapina in gioielleria in pausa pranzo: il titolare insegue i banditi invano

Il titolare si è lanciato all'inseguimento dei malviventi in fuga con un borsone, usando una bici, ma è stato spintonato a terra dai rapinatori in fuga

Poche immagini di videosorveglianza e nessuna testimonianza particolarmente significativa: ripartono da qui le indagini dei carabinieri della compagnia di Cesena per cercare i due banditi che hanno svaligiato una gioielleria a San Piero in Bagno. La gioielleria non è dotata di telecamere ed anche il paese non ha quelle stradali posizionate nei punti chiave della viabilità locale. Si lavora, però, sulle immagini di videosorveglianza di alcune attività vicine, per recuperare qualche brandello di informazione utile all’indagine e per individuare l’identità dei malviventi. 

La sicurezza ormai latita anche nei paesi di montagna e non si può stare tranquilli neppure in pieno giorno, in un contesto animato del centro del paese, dove magari rispetto alla città si butta un occhio in più anche sull’attività e i beni dei vicini. Lo testimonia la rapina che è avvenuta sabato intorno alle 13,30 ai danni della gioielleria "Fabbri" di via Marconi, in pieno centro di San Piero in Bagno. Il titolare, durante la chiusura per la pausa pranzo, ha udito il rumore di vetri che andavano in frantumi, e abitando al piano superiore è subito sceso a controllare, scoprendo delle vetrine in frantumi, rotte dopo che i malviventi sono riusciti ad alzare la saracinesca e poi riabbassarla per lavorare protetti da occhi indiscreti.

Il titolare si è quindi lanciato all’inseguimento dei malviventi in fuga con un borsone, usando una bici, ma è stato spintonato a terra dai rapinatori in fuga. Il bottino ammonta a diverse decine di migliaia di euro, l’esatto ammontare è in via di definizione. Oltre ai valori in vetrina sono stati arraffati alcuni rotoli in cui vengono riposti i gioielli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento