Randagismo, in arrivo 120mila euro per sterilizzare cani e gatti

La fetta maggiore dei finanziamenti regionali arriverà in provincia di Forlì-Cesena, con 120.000 euro, dove il fenomeno è più accentuato. Soddisfazione dei Verdi

Sono in arrivo 330.000 euro di finanziamenti regionali destinati alle Aziende USL dell’Emilia-Romagna per realizzare interventi di prevenzione del randagismo attraverso la sterilizzazione di cani e gatti abbandonati nelle diverse province. La fetta maggiore arriverà in provincia di Forlì-Cesena, con 120.000 euro, dove il fenomeno è più accentuato.

Lo dice la consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo che annuncia con soddisfazione l’approvazione di una recente delibera di Giunta regionale che stanzia 150.000 euro per le AUSL dell’Emilia e 180.000 euro per quelle della Romagna. I programmi finanziati, di durata biennale, si pongono come obiettivo l’incremento sia dell'attività di sterilizzazione dei cani ospitati nei canili, sia dei gatti delle colonie feline, nonché la predisposizione di piani di sterilizzazione di cani femmina a rischio di riproduzione di proprietà di categorie socialmente deboli.

“E’ importante che la Regione, dopo nostre sollecitazioni e utilizzando finanziamenti statali, abbia garantito risorse certe per la prevenzione del randagismo – continua Meo – perché ciò significa migliorare il benessere degli animali, contenere i problemi di igiene urbana, diminuire l’incidenza dei danni provocati dalla presenza di cani vaganti sia all’uomo (morsicature, incidenti), sia agli animali (danni al bestiame) e ridurre il costo sociale per il mantenimento dei randagi nelle strutture pubbliche.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La cifra stabilita per la Romagna può apparire sproporzionata – spiega la consigliera Meo – ma è determinata dalla maggiore incidenza del problema del randagismo in quel territorio in cui si rilevano anche il maggior numero di aggressioni di greggi e mandrie da parte di canidi liberi, spesso frutto di abbandoni di cucciolate indesiderate.” Per la provincia di Forlì-Cesena i fondi stanziati sono 120.000 euro (per entrambe le Aziende sanitarie) e consentiranno alle AUSL, assieme alla Provincia, ai Comuni e alle associazioni animaliste, di operare un adeguato controllo della popolazione canina e felina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento