Raccolta differenziata, Bagno di Romagna ferma al 20%: "Valuteremo la società in house"

L'Amministrazione comunale di Bagno di Romagna ha partecipato alla seduta del Consiglio Locale di Atersir, l'agenzia per la regolazione dei servizi pubblici, che si è tenuto lo scorso 29 dicembre, presso la Sala del Consiglio della Provincia di Forlì-Cesena

L’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna ha partecipato alla seduta del Consiglio Locale di Atersir, l'agenzia per la regolazione dei servizi pubblici, che si è tenuto lo scorso 29 dicembre, presso la Sala del Consiglio della Provincia di Forlì-Cesena, all'interno del quale é stata trattata la delicata questione afferente le modalità di rraccolta rifiuti nell'Ambito Provinciale.
 

Spiega l'assessore Gabrielli: "La problematica che abbiamo sul tavolo oggi è quella del dover arrivareentro il 2020 a portare la raccolta differenziata ad un minimo del 59% (oggi il Comune di Bagno di Romagna si trova sotto il 20%!!!) e per questo sono anni che si dibatte sulle modalità di Affidamento del Servizio, che per legge, può essere affidato con 3 distinte modalità: Gara, Gara a doppio oggetto, In House. Ad oggi – spiega l’Assessore Gabrielli – ci troviamo la Convenzione con HERA SpA scaduta (in data 31/12/2011) ed in un regime transitorio che richiede l'individuazione definitiva delle modalità di Affidamento del Servizio per i prossimi anni".
 

“All'interno del dibattito di lunedì – continua l’Assessore Gabrielli – mi sento di dire che il buon senso di molti Amministratori abbia prevalso su tutto il resto, oltrepassando un'impostazione puramente politica e concentrando l’attenzione sugli sviluppi concreti del servizio. Molti amministratori hanno infatti manifestato la necessità e l’opportunità di approfondire nel merito le varie ipotesi per giungere ad un aumento della Percentuale di differenziata senza ulteriori costi. Su questo terreno, una proposta alternativa, portata avanti da Forlì, che prevede la Gestione della Raccolta attraverso una Società in House e che intendiamo approfondire con interesse per verificarne la realizzabilità e la sostenibilità in concreto.Nel caso di esito negativo, valuteremo l’opportunità di procedere all’affidamento del servizio tramite gara pubblica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento