Quartieri, dalle segnalazioni dei cittadini arrivano i progetti: 12 milioni di investimenti

"Il programma - spiegano il sindaco Paolo Lucchi e l'assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - è stato messo a punto selezionando 402 delle 913 proposte arrivate"

La via cervese verrà messa in sicurezza

Ammonta a quasi 12 milioni di euro il programma di opere pubbliche per la valorizzazione dei quartieri, scaturito dalle segnalazioni dei cittadini, e che il Comune di Cesena inserirà nel piano triennale degli investimenti 2015-2017, con la previsione di inserire già nel bilancio del prossimo anno, interventi per 5 milioni di euro, che rappresentano il 26% dell’intero importo per gli investimenti (quindi ben oltre il 20% che l’Amministrazione si era impegnata a destinare a questo scopo).

“Il programma – spiegano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - è stato messo a punto selezionando 402 delle 913 proposte arrivate. La selezione è stata una scelta obbligata: basti dire che per realizzare tutte le opere che ci sono state richieste servirebbero circa 106 milioni di euro, quindi ben oltre le possibilità di investimento del Comune. Va detto, poi, che alcuni dei progetti suggeriti non sono di competenza comunale, ma riguardano altri enti, come ad esempio Anas (per il lotto zero della secante), Provincia, ecc., con i quali rafforzeremo il confronto per poter concretizzare questi interventi, molto sentiti. In ogni caso, anche le proposte non accolte nel programma che abbiamo predisposto sono state utili e, anzi, desideriamo ringraziare tutti i cesenati che hanno partecipato a questo percorso, indicando i progetti da loro ritenuti necessari. Il loro contributo, molto serio e concreto, ci ha fornito una chiave di lettura precisa e originale delle esigenze  della città, che sono soprattutto quelle di riqualificazione e valorizzazione, di creazione di spazi di socialità, di messa in sicurezza del territorio. L’attenzione per queste esigenze è appunto il filo conduttore che ci ha guidato nell’individuare le opere da inserire nel programma che abbiamo denominato ‘valorizzazione dei quartieri’. Il piano si articola in 13 progetti, ognuno dei quali è stato definito mettendo insieme le varie proposte riferite a uno specifico territorio e quantificando la somma necessaria per realizzarlo”.

I PROGETTI:
Messa in sicurezza di Via Cervese, via Madonna dello Schioppo, via Cerchia di S. Egidio: scaturito da 12 richieste, prevede una spesa complessiva di 1 milione di euro e comprende interventi su marciapiedi, piste ciclabili, rotatorie, illuminazione.

Messa in sicurezza della via Emilia Ovest (tratto Diegaro-Ponte Nuovo): scaturito da 221 richieste, prevede un importo di 3 milioni e 750mila euro e comprende marciapiedi e piste ciclabili; è complementare al progetto di riqualificazione oggetto del concorso di idee svoltosi nel 2012

Messa in sicurezza viale della Resistenza-zona Ippodromo: strettamente legato al precedente, è scaturito da 6 richieste e prevede uno stanziamento di 1 milione di euro per piste ciclabili, rotatorie, nuove asfaltature, sicurezza stradale.

Riqualificazione e valorizzazione di San Carlo: scaturito da 75 richieste, prevede un investimento di 300mila euro per marciapiedi, parcheggi, verde pubblico, sicurezza stradale.

Messa in sicurezza della via Dismano: scaturito da 6 richieste, prevede un investimento di 566mila euro per piste ciclabili, sicurezza stradale, nuova segnaletica

Valorizzazione e riqualificazione di Ponte Abbadesse: scaturito da 18 richieste, comprende nuovi marciapiedi, piste ciclabili e il recupero dello stabile ex Conad, per un importo 830mial euro.

Riqualificazione e valorizzazione di San Giorgio: scaturito d 13 richieste, comprende marciapiedi, adeguamenti stradali, parcheggi, sicurezza stradale, fermate bus, ma anche la nuova palestra della scuola di San Giorgio, per un totale di 3 milioni e 140mila euro.

Spazi di socializzazione nell’area dell’ex Zuccherificio: scaturito da 13 richieste, prevede interventi di arredo urbano per un importo di 30mila euro.

Messa in sicurezza stradale e spazi di socializzazione al Fiorenzuola: scaturito da 12 richieste, prevede marciapiedi, interventi sulla circolazione, sul verde pubblico e sulle fermate bus per un importo di 90mila euro.

Messa in sicurezza stradale al Ravennate: scaturito da due richieste, prevede la realizzazione della pista ciclabile da Ronta a San Martino, per un importo di 100mial euro.

Avvio del monitoraggio per la progettazione della pista ciclabile Capannaguzzo-Gambettola: l’intervento è stato segnalato da 6 proposte e l’importo previsto è di 500mila euro. In questa fase si punta ad avviare le verifiche propedeutiche alla progettazione vera e propria

Avvio delle procedure con la Provincia per la realizzazione della pista ciclabile Borello-Borgo Rose: scaturito da 7 richieste, per un importo di 300mila euro.

Avvio del monitoraggio per la progettazione della pista ciclabile a Calisese: scaturito da 12 richieste, comprende una pista ciclabile nella frazione e la sistemazione di una femrata bus, per un importo di 115mila euro. Anche in questo caso, al momento si prevede di avviare le verifiche propedeutiche alla progettazione vera e propria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento