Cronaca

"Quartiere x quartiere" fa tappa al Ravennate: previsti lavori per oltre 6 milioni

All’ordine del giorno la presentazione di molti progetti tra i quali l’adeguamento della scuola elementare e la realizzazione della palestra di Martorano oltre al completamento della pista ciclabile Ronta – San Martino

Undicesimo e penultimo appuntamento dell’iniziativa “Quartiere x Quartiere” voluta dall’amministrazione comunale per confrontarsi con i cittadini su quanto è stato realizzato nei diversi quartieri della città e per illustrare i progetti futuri. Venerdì, dalle 18 alle 20.30, il sindaco Paolo Lucchi, l’assessore ai Lavori pubblici Maura Miserocchi e gli altri rappresentanti della Giunta incontreranno i residenti del Ravennate e i consiglieri nella sede del quartiere in via Galimberti, 75 a Martorano.

All’ordine del giorno la presentazione di molti progetti tra i quali l’adeguamento della scuola elementare e la realizzazione della palestra di Martorano oltre al completamento della pista ciclabile Ronta – San Martino. “Ci preme sottolineare due aspetti principali negli interventi che saranno realizzati per il Ravennate - spiegano il sindaco Lucchi e l’assessore Miserocchi -: l’attenzione per le nuove generazioni, nel campo della loro formazione e realizzazione personale e la sicurezza dei cittadini nei loro spostamenti su strada. Nel primo caso il quartiere vedrà arricchirsi il proprio territorio del Tecnopolo dell’agroalimentare, struttura importantissima per la crescita economica e della società cesenate, inoltre i ragazzi più giovani potranno contare su strutture scolastiche adeguate e di una nuova palestra. Nel secondo caso sarà portata a compimento la pista ciclabile Ronta – San Martino e garantita maggiore sicurezza su strada con l’installazione di rilevatori di velocità”.

Interventi principali - Sono 6.451.000 gli euro destinati al Ravennate per le opere future nel capitolo Edilizia pubblica, mentre 222mila sono i fondi previsti per i settori Infrastrutture e Mobilità. Per il primo ambito l’intervento più consistente è rappresentato sicuramente dalla realizzazione del Tecnopolo - Laboratorio di ricerca (Centro interdipartimentale di ricerca industriale per l’agroalimentare accanto a Villa Almerici) che prevede una spesa di due milioni e 860mila euro (due milioni garantiti dalla Regione grazie al finanziamento dell’Ue, mentre il resto sarà coperto dal Comune).

Seguono poi la ristrutturazione della scuola elementare di Martorano per un milione e centomila euro e la costruzione della palestra, sempre a Martorano, per un milione e 800mila euro. Nella scuola materna di Martorano verrà invece realizzata una cucina centralizzata che comporterà un investimento di 660mila euro. Da segnalare infine i 10mila euro che andranno per il risanamento delle pareti dei laboratori nel piano seminterrato con l’applicazione di pannelli antiumidità alla materna di Ronta e i 16mila euro per la recinzione e l’impianto di illuminazione al centro sportivo sempre di Ronta.

Per la messa in sicurezza di Ronta, San Martino e Martorano saranno invece investiti 82mila euro, importo che comprenderà l’installazione di rilevatori di velocità: in via Ravennate all’altezza della scuola di Ronta, uno all’inizio del centro abitato di San Martino e l’ultimo all’altezza di via Cerchia di San Martino. Nello stesso capitolo è prevista anche la messa in sicurezza dell’ingresso di  Borgo Ronta  e la sistemazione di tre dossi. Infine si prevede di spendere centomila euro per il completamento della pista ciclabile Ronta – San Martino, attualmente in fase di progettazione, mentre 40mila euro andranno per la realizzazione del parcheggio in via Ficchio, a servizio della pista ciclabile lungo il Savio.

Interventi già realizzati - Dal 2008 ad oggi per il Ravennate sono stati spesi oltre 4,4 milioni di euro per interventi di Edilizia pubblica e un milione e mezzo per Infrastrutture e Mobilità. Tra le opere maggiori vanno ricordate la realizzazione della scuola materna a tre sezioni di Martorano per 2,2 milioni di euro e l’ampliamento per 1,8 milioni del cimitero di Martorano che è stato così dotato di 869 loculi e 138 ossari. 156mila euro sono stati invece spesi per realizzare cento orti in via Sant’Anna e 106mila euro per la messa in rete delle caldaie, in un’ottica di risparmio energetico, nelle due sedi di Quartiere, alle materne ed elementari di Ronta e Martorano. Nel corso degli anni sono stati inoltre sistemati i marciapiedi di via delle Margherite a Ronta per 42mila euro e smaltito l’eternit dalla copertura dei magazzini comunali di via Ficchio per 10mila euro.

Sul fronte della sicurezza stradale 700mila sono stati gli euro spesi per la creazione della pista ciclabile via Ravennate-Ronta e 200mila per il primo tratto della ciclabile Ronta-San Martino (il completamento verrà illustrato appunto nel corso dell’incontro di venerdì 17 aprile). 474mila euro sono andati invece alla manutenzione delle strade del quartiere, mentre per l’adeguamento delle fogne di via Calcinaro vecchia sono stati spesi 100mila euro. Da non dimenticare infine i due interventi, per 30mila euro complessivi, per la messa in sicurezza di via Gattolino e via Calcinaro vecchia, con un’intersezione rialzata nel primo caso e un attraversamento pedonale rialzato nel secondo. Il prossimo appuntamento con i quartieri, l’ultimo di quelli in calendario, è fissato per lunedì al Cesuola: in questa occasione si parlerà, tra gli altri progetti, del secondo lotto della pista ciclabile Cesuola, del progetto della sede di quartiere e del polo di aggregazione ex Conad Ponte Abbadesse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quartiere x quartiere" fa tappa al Ravennate: previsti lavori per oltre 6 milioni

CesenaToday è in caricamento