Quartiere al Mare: obiettivi pista ciclabile e raccolta 'porta a porta'

Approda al quartiere Al Mare l’iniziativa “Quartiere x quartiere” voluta dall’Amministrazione comunale per confrontarsi con i cittadini su quanto è stato realizzato nei diversi quartieri della città e per illustrare i progetti futuri.

Approda al quartiere Al Mare l’iniziativa “Quartiere x quartiere” voluta dall’Amministrazione comunale per confrontarsi con i cittadini su quanto è stato realizzato nei diversi quartieri della città e per illustrare i progetti futuri.
 
L’appuntamento è per lunedì 16 marzo, dalle 18 alle 20.30, nella Sede del Quartiere di via provinciale  Sala, a Ruffio, quando il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi e gli altri rappresentanti della Giunta incontreranno i residenti e i consiglieri di quartiere per fare il punto delle opere già realizzate e, soprattutto, per parlare  dei progetti futuri che riguardano questo territorio, fra cui compaiono l’ampliamento del Cimitero di Bulgaria, l’avvio della raccolta differenziata porta a porta, che a breve sarà estesa anche a questo quartiere, e il monitoraggio previsto per valutare le modalità di realizzazione di una pista ciclabile che corra fra Capannaguzzo, Bulgarnò e Gambettola.
 
“In particolare, quest’ultima è una delle proposte avanzate dai cittadini in occasione della Carta Bianca dedicata al bilancio 2015 – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore Maura Miserocchi -. Proposte che (vale la pena di sottolinearlo) si sono concentrate verso la richiesta di  strade più sicure, spazi più gradevoli e vivibili, maggiore attenzione e tutela per gli spostamenti a piedi e in bicicletta, e che ci siamo impegnati ad accogliere attraverso una programmazione specifica degli interventi. In questo caso, però, prima di passare alla fase operativa è necessario acquisire  ulteriori elementi, indispensabili per poter formulare una previsione adeguata e svilupparla in un progetto coerente. Da qui la necessità di un monitoraggio preventivo”.
 
I progetti in arrivo
Complessivamente, i progetti in corso e quelli futuri valgono circa 1 milione di euro.
Oltre al monitoraggio propedeutico alla definizione della pista ciclabile, è in arrivo in tempi brevi una serie di interventi migliorativi – quasi tutti già appaltati - in alcune aree verdi del quartiere per un importo complessivo di circa 60mila euro. Del gruppo fanno parte: la realizzazione di una nuova area verde, con l’inserimento di giochi ed alberi, in via Rubicone San Pietro a Ponte Pietra; l’inserimento di nuovi arredi negli spazi verdi della Casa Rossa di Ponte Pietra e di via Capitini  a Ruffio; una nuova staccionata nell’area verde di via XVIII Agosto; la delimitazione di una zona dedicata al gioco e l’inserimento di una nuova fontanella ed arredi in via Cantimori.
Sul fronte della viabilità, fra le opere in corso o in fase di appalto compaiono l’installazione dei guard-rail in via Vetreto; la ricostruzione del Ponte di Sala danneggiato dal maltempo della scorsa estate; il tombinamento del fosso lungo via Capannaguzzo in prossimità della chiesa di Bulgarnò.
Ricordiamo, inoltre, l’ampliamento del cimitero di Bulgaria, per un importo di 330mila euro: in previsione la costruzione di 120 nuovi loculi e 12 ossari e la predisposizione di un’aiuola centrale utilizzabile come ulteriore campo inumazione in caso di necessità.
 
Interventi già realizzati
Nel corso degli ultimi anni sul territorio del quartiere Al Mare sono stati investiti circa 5 milioni e 100mila euro,  tra opere di edilizia pubblica e infrastrutture e mobilità.
Tra gli interventi già realizzati spicca una serie di opere di edilizia scolastica, per un importo complessivo di circa 900mila euro. Fra esse, la riqualificazione energetica di alcuni edifici scolastici: pannelli fotovoltaici sono stati installati sui tetti delle scuole elementari di Macerone e di Ponte Pietra, e in questi stessi istituti, oltre che nelle materne di Macerone e Ponte Pietra si è proceduto alla messa in rete degli impianti di riscaldamento per consentirne la gestione e il controllo a distanza attraverso il sistema telematico del progetto “Caldaie in rete”; questo stesso intervento è stato realizzato anche nelle tre sedi del quartiere. Sempre in ambito scolastico, ricordiamo la manutenzione straordinaria delle materne di Ponte Pietra e Macerone e il risanamento strutturale della scuola elementare di Ponte Pietra .
E’ stata sistemata l’ex scuola di Macerone, che così ha potuto trasformarsi in una vera e propria ‘casa dell’associazionismo’ (importo 50mila euro), è stata riqualificata l’area verde di via Maccanino a Capannaguzzo (importo 49mila euro) mentre nel parco della Casa Rosa di Ponte Pietra è stato realizzato un percorso pedonale (22mila euro)
Ma è sul versante della viabilità che si sono registrati gli interventi più cospicui, a cominciare dal pacchetto di opere – realizzate grazie al concorso fra Comune, Provincia e Regione - che ha portato alla ristrutturazione della via Cesenatico a Macerone e della via Capannaguzzo, al rifacimento ponte sul Pisciatello (in tutto 3 milioni di euro), alla messa in sicurezza dell’incrocio fra via Cesenatico e via Capannaguzzo con la costruzione di una rotonda (200mila euro). Senza dimenticare la costruzione del parcheggio di Ponte Pietra (160mila euro) e il programma di manutenzioni stradali eseguito fra 2010 e 2014 per un importo di 675mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento