menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un incontro di "Carta Bianca" degli anni passati

Un incontro di "Carta Bianca" degli anni passati

Quali opere vorreste vedere realizzate? Con "Carta Bianca" i cittadini tornano a dire la loro

“Parafrasando un celebre detto – dice il sindaco – formula che funziona non si cambia. E questa formula di Carta Bianca ha dimostrato di funzionare e di piacere ai cesenati".

Anche quest’anno, in vista della definizione del bilancio 2019, il Comune torna a coinvolgere i cittadini attraverso la collaudata formula di Carta Bianca, articolata come di consueto in due fasi. Nella prima i cesenati potranno segnalare le opere che vorrebbero vedere realizzate. Poi, una volta selezionati i progetti ritenuti fattibili, la palla tornerà nuovamente ai cittadini che saranno invitati a votarli e contribuire così alla scelta delle proposte da inserire  nel piano degli investimenti del prossimo anno. La prima fase di raccolta delle proposte si aprirà lunedì 15 ottobre e proseguirà fino al 4 novembre. Partecipare è semplice: basterà collegarsi al sito del Comune www.comune.cesena.fc.it e compilare  la scheda pubblicata nella pagina “Bilancio 2019: fai la tua proposta!”, indicando il progetto che si vorrebbe vedere realizzato e il quartiere di riferimento.

“Parafrasando un celebre detto – dichiarano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – formula che funziona non si cambia. E questa formula di Carta Bianca ha dimostrato di funzionare e di piacere ai cesenati. A testimoniarlo i numeri delle precedenti edizioni: quando iniziammo, due anni fa, arrivarono 260 proposte, fra cui furono scelti 39 progetti (oggi in larga parte già realizzati); lo scorso anno il numero delle segnalazioni è salito a 471, e i progetti inseriti a bilancio, sulla base delle preferenze espresse da ben 8000 votanti, sono diventati 65, e per la maggior parte di essi è già partito il percorso per concretizzarli. Crediamo che proprio questa concretezza, che garantisce un rapido passaggio dalle parole ai fatti (compatibilmente con i tempi tecnici), costituisca l’elemento più convincente per i cesenati e per questo ci aspettiamo anche quest’anno una partecipazione alta”.

“Per la presentazione delle proposte  – proseguono Sindaco e Assessore -  i criteri sono gli stessi degli anni scorsi. Dunque, le segnalazioni dovranno riguardare una delle 4 macro-aree individuate: opere pubbliche; viabilità e mobilità; spazi ed aree verdi; barriere architettoniche. Confermato anche il limite economico: le opere segnalate non dovranno costare più di 50.000 euro. E, naturalmente, dovranno essere di competenza del Comune di Cesena, oltre che risultare compatibili con gli strumenti urbanistici vigenti e non richiedere procedimenti di esproprio”. Già segnate in agenda anche le successive tappe di Carta Bianca: dal 5 al 23 novembre uffici comunali e Quartieri esamineranno le proposte per verificarne la fattibilità, individuando così quelle da mettere al voto; infine dal 24 novembre al 16 dicembre, si potranno votare i progetti ritenuti fattibili.

Da  questo percorso scaturiranno i progetti da inserire nel bilancio 2019. Rispetto al passato si registra una novità: a ognuno dei dodici Quartieri sarà garantita la realizzazione di almeno due progetti (fino allo scorso anno ne veniva assicurato uno solo). Poi la lista sarà completata seguendo la graduatoria degli interventi più votati, fino all’esaurimento del budget disponibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento