Pulizie nei locali dell'Agenzia delle Entrate, lavoratrici in subbuglio: "Ritardi negli stipendi"

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uil trasporti proclamano lo stato di agitazione, a seguito del mancato pagamento dello stipendio di ottobre

In subbuglio le dipendenti della ditta occupate nell'appalto di pulizia dei locali dell'Agenzia delle Entrate dell’Emilia Romagna nelle sedi di Cesena e Forlì. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uil trasporti dei territori di Cesena e Forlì hanno proclamato lo stato di agitazione, a seguito del mancato pagamento dello stipendio di ottobre. "Da quasi due anni la ditta paga in grave ritardo lo stipendio, malgrado le ripetute richieste e segnalazioni all'azienda da parte sindacale, la situazione continua ad essere irrisolta. Le prossime due scadenze di pagamento sono il 15 dicembre per lo stipendio di novembre e il 20 dicembre per il pagamento della tredicesima - esordiscono i sindacati -. Vista la situazione attuale e il suo perdurare, tali pagamenti rimangono a forte rischio". 

"Nell’appalto - spiegano i sindacati - lavorano dipendenti per lo più donne, assunte con contratto part time con stipendi che difficilmente superano i 400 euro netti.  Tutti i giorni  lavorano, fanno quindi il loro dovere e hanno quindi il diritto di ricevere il loro stipendio. Per questo rivendichiamo il pagamento immediato dello stipendio arretrato di ottobre 2019 e puntualità nei futuri pagamenti. Se così non fosse attiveremo tutte le iniziative opportune, tra cui la proclamazione dello sciopero, oltre alla richiesta di attivazione della responsabilità in solido nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, committente dell’appalto di pulizie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ricordiamo infatti che per la legge il committente deve rispondere delle inadempienze della ditta che ha in appalto - concludono i sindacati -. Puntiamo quindi il dito verso l’Agenzia delle Entrate dell’Emilia Romagna, che è ufficialmente informata della situazione, ma registriamo solo formali interessamenti in quanto ad oggi non è intervenuta in surroga come previsto per legge, nel pagamento diretto alle lavoratrici e di quanto Euroservice deve alle sue dipendenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ragazzi cacciati perché autistici", l'area di servizio si scusa: "Un equivoco, vogliamo fare una donazione"

  • Cesenatico, un altro positivo nelle ultime 24 ore: è un caso sintomatico

  • Violento impatto tra l'auto e la bici, gravissima la 57enne. Si cercano testimoni oculari

  • Cesenatico, due positivi al Coronavirus in Comune: tampone per tutti i dipendenti

  • Guida ubriaca tra la folla a zig-zag tra i pedoni, tasso alcolemico 5 volte sopra il limite: denunciata

  • Urla e botte, la furiosa lite tra coinquilini prosegue in strada: arrivano i Carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento