menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dura protesta nel magazzino di Coop Adriatica: tir bloccati per ore ai cancelli

La manifestazione è dovuta alla situazione, che già in passato era deflagrata, di tensioni nel magazzino, dove lavorano circa 220 persone. Adl Cobas, per bocca della responsabile di Cesena Sandra Polini lamenta condizioni “di profondo disagio dei lavoratori"

Dura protesta sindacale nei magazzini Aster Coop di Pievesestina di Cesena: un presidio organizzato dal sindacato Adl Cobas ha tenuto sotto scacco, lunedì mattina, la sede di Pievesestina di via Rondani del magazzino logistico di Coop Adriatica, gestito appunto da Aster Coop. Intorno alle 11 una quarantina di manifestanti ha bloccato il cancello dello stabilimento, bloccando i camion sia in entrata che in uscita, circa una ventina di mezzi in tutto. Il blocco è stato rimosso intorno alle 15.
 

La manifestazione è dovuta alla situazione, che già in passato era deflagrata, di tensioni nel magazzino, dove lavorano circa 220 persone. Adl Cobas, per bocca della responsabile di Cesena Sandra Polini lamenta condizioni “di profondo disagio dei lavoratori, con rappresaglie antisindacali ed esasperazione del clima sul posto di lavoro”. Il blocco è stato eseguito alla presenza dei delegati sindacali Adl Cobas di Bologna, Rimini e Cesena, oltre che da alcuni lavoratori giunti in segno di solidarietà dalla vicina Artoni. La prima e più immediata rivendicazione è quella di poter tenere “un'assemblea sul posto di lavoro, in orario di lavoro e retribuita, oltre che poter presentare una piattaforma di proposte per il salario e gli altri diritti dei lavoratori”, sempre Polini. Inoltre si chiede, in segno di distensione, il ritiro di alcuni provvedimenti disciplinari in corso.

Tuttavia, continua la sindacalista, “dopo un'ora di blocco siamo stati ricevuti, ma ancora una volta incontrando un muro: avremmo subito sospeso il blocco in caso di accoglimento di proposte elementari quali appunto l'assemblea per spiegare la piattaforma, ma vista l'assenza di risposte abbiamo proceduto fino alle 15”. Adl Cobas annuncia che sarà “una primavera di battaglie dure, pensiamo anche di organizzare un incontro pubblico per la sensibilizzazione della cittadinanza”. La manifestazione si è tenuta sotto l'occhio attento degli agenti del Commissariato di Cesena, alla presenza del dirigente Michele Pascarella, che hanno garantito l'ordine pubblico, oltre che della Digos giunta dalla Questura di Forlì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento