rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Prostituzione, il blitz della polizia interrompe un'orgia a pagamento

Gli uomini dell'Anticrimine al momento del blitz, hanno avuto la “prova provata” della prostituzione: un cliente italiano, che era approdato in quest'abitazione tramite una chat, stava infatti consumando il suo rapporto a pagamento

Un discreto appartamento nella zona di via del Mare, nelle vicinanze dello stadio, era diventato l'alcova in cui due giovani cinesi, di 24 e 25 anni, si prostituivano. Gli uomini dell'Anticrimine del Commissariato di Polizia, al momento del blitz, hanno avuto la “prova provata” della prostituzione: un cliente italiano, che era approdato in quest'abitazione tramite una chat su internet, stava infatti consumando il suo rapporto a pagamento.

Rapporti che andavano dai 30 ai 100 euro. Quando le divise sono piombate in casa era in corso un'orgia a pagamento: il cliente, infatti, stava “usufruendo” dei servizi di entrambe le prostitute presenti, una rapporto però interrotto dall'interrogatorio, chiaramente dopo essersi rivestito in fretta e furia.

La denuncia è toccata ad un'altra cinese, più anziana della due prostitute, 47 anni, considerata dalla polizia la tenutaria della casa per appuntamenti nella zona dello stadio. La denuncia è stata formulata per il reato di sfruttamento della prostituzione. Gli inquirenti ritengono che le prostitute cambiavano continuamente, in una tratta che purtroppo le porta a frequentare case di appuntamento gestite da cinesi in giro per l'Italia. Tutte e tre le donne, inoltre, sono state oggetto di provvedimento di espulsione in quanto risultate clandestine nel nostro Paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione, il blitz della polizia interrompe un'orgia a pagamento

CesenaToday è in caricamento