menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bagno di Romagna, si avvia alla conclusione il Progetto Scuola

La prossima iniziativa di questo percorso è rappresentata da un’assemblea pubblica che si terrà venerdì alle ore 20:30 nella Sala Consiliare, intitolata “Spazi e didattica: Quale relazioni?” e dedicata al tema della pedagogia.

Il percorso partecipativo sul Progetto Scuola che l’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna sta portando avanti sin dalla propria entrata in carica si sta avvicinando alla fase conclusiva, che porterà l’Amministrazione stessa alla decisione finale. La prossima iniziativa di questo percorso è rappresentata da un’assemblea pubblica che si terrà venerdì alle ore 20:30 nella Sala Consiliare, intitolata “Spazi e didattica: Quale relazioni?” e dedicata al tema della pedagogia.

"In particolare, con quest’ultima fase informativa e partecipativa – precisano l’assessore alla Scuola Enrica Lazzari e l’assessore ai Lavori Pubblici Simone Gabrielli – l’amministrazione intende stimolare la riflessione e l’approfondimento sul tema della pedagogia coniugata all’architettura, quale binomio in grado di elevare maggiormente il livello di qualità all’investimento sul progetto della scuola". La conferenza sarà tenuta dalla professoressa Beate Weyland, pedagogista e attiva ricercatrice nel settore disciplinare M-Ped 03, didattica della Facoltà di Scienze ella Formazione e alla Libera Università di Bolzano coautrice del libro “Progettare scuole tra pedagogia e architettura Guerrini Scientifica, Milano 2015.”

“Questa assemblea – precisa il sindaco Marco Baccini – intende rappresentare la naturale conclusione del percorso partecipativo che abbiamo voluto aprire sul tema della Scuola nel nostro Comune e che ci ha permesso di approfondire e condividere con i cittadini i vari aspetti che ruotano intorno ad un progetto scolastico. Il percorso, portato avanti dagli Assessori Lazzari e Gabrielli sin dall’estate scorsa, si è qualificato per la partecipazione interessata dei cittadini, delle insegnanti e di esperti esterni in tema di progettazione di strutture scolastiche. L’attività di approfondimento e studio portata avanti da un gruppo di lavoro dedicato ha rappresentato uno stimolo per il coinvolgimento attivo della cittadinanza, che ha partecipato interessata alle conferenze pubbliche ed anche al sondaggio consultivo”.

“Lo scopo di questo percorso voleva essere sin dall’inizio quello di sensibilizzare la cittadinanza intorno ad un tema di importanza necessaria, ma caratterizzato per troppo tempo dal silenzio, e ritengo che abbia raggiunto le sue finalità - chiosa il primo cittadino -. Oggi i cittadini hanno una cultura più completa sugli aspetti connessi ad un progetto scolastico e sono in grado di affrontare il tema con maggior maturità e coscienza. Riteniamo che la scuola infatti sia il primo luogo in cui il benessere, la pace e la fiducia nel futuro trovano concreta espressione, motivo per cui sin dall’inizio del nostro mandato ci siamo dedicati ad approfondire questi temi. Con un approfondimento sul tema della pedagogia riteniamo che questo percorso sia volto al termine e che spetti ora all’Amministrazione adottare le decisioni necessarie per dare impulso al progetto”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento