rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Bagno di Romagna

Bagno di Romagna, il Parco Lungo Savio si rifà il look: "Un nuovo sistema di accoglienza"

"Sostanzialmente - illustra Baccini - il progetto prevede la riqualificazione del Parco esistente tra l’edificio dell’Ex Giudice di Pace e il Ponte dell’Euroterme e la realizzazione di un percorso pedonale che collega alla Piazzetta del Chiardovo"

La Giunta comunale di Bagno di Romagna ha approvato il progetto definitivo di riqualificazione del Parco Lungo Savio di Bagno di Romagna, ciò che rende sindaco ed assessori "particolarmente soddisfatti e ottimisti in vista dell’avvio delle opere di cantiere". "Nonostante la gestione di questa emergenza assorba quotidianamente la concentrazione e gli sforzi dell’Amministrazione degli Uffici comunali - fa sapere il sindaco Marco Baccini - stiamo continuando con impegno e volontà a portare avanti i progetti in programma, cercando di mantenere le tabelle di marcia che ci eravamo dati e per essere pronti ad avviare i cantieri nel momento in cui sarà possibile".

"In questo momento, ciò richiede un enorme sforzo, al quale non intendiamo però sottrarci, nella convinzione che una leva di stimolo all’economia da parte degli enti pubblici sia rappresentata proprio dal rapido avvio degli appalti e dei cantieri - continua il primo cittadino -. Mentre si stanno svolgendo i lavori di riqualificazione e innovazione tecnologica di Palazzo del Capitano, il progetto di riqualificazione del Parco Lungo Savio aveva subito un rallentamento connesso alla sostituzione dei precedenti progettisti, ma oggi ci troviamo a condividere un progetto che soddisfa gli obiettivi che ci eravamo posti e che rappresenta un ulteriore tassello nella riqualificazione complessiva del borgo di Bagno. I nuovi progettisti, gli architetti Flavio Foetta Boattini e Luca Gamboni, l'ingegnere Gabriele Striccialu, l’agronomo Massimiliano Fabbri, con il supporto dell’architetto Marco Musmeci, responsabile della Soprintendenza hanno reso possibile una revisione rapida e attenta dell’intervento".

"Sostanzialmente - illustra Baccini - il progetto prevede la riqualificazione del Parco esistente tra l’edificio dell’Ex Giudice di Pace e il Ponte dell’Euroterme e la realizzazione di un percorso pedonale che collega alla Piazzetta del Chiardovo, comprendendo vari interventi, tra cui, sinteticamente: riqualificazione ex novo del campo da gioco, riqualificazione dei percorsi, installazione di una nuova balaustra di affaccio al fiume Savio, recupero del laghetto ora interrato posto al centro del parco, riqualificazione ex novo dell’illuminazione, installazione di nuovi elementi di arredo fissi e mobili, una nuova connessione ciclabile da realizzarsi lungo la Via Casentinese sino all’accesso alla strada per il Chiardovo,  riqualificazione della piazzetta del Chiardovo con una nuova illuminazione lungo tutto il percorso che collega a Bagno".

"Si tratta nel suo complesso di un progetto di una certa rilevanza per il borgo di Bagno - commenta Baccini -, che si pone l’obiettivo di creare un nuovo sistema di accoglienza e svago per i nostri concittadini e per i turisti, tale da rappresentare anche un biglietto da visita per la scoperta del nostro territorio. E’ un investimento importante per la nostra Comunità, 678mila euro, che abbiamo intercettato attraverso la partecipazione a bandi europei con la regia ed il supporto della Regione Emilia-Romagna, così cogliendo un’occasione che potrà rinnovare il volto e la socialità del borgo turistico di Bagno di Romagna. Auspichiamo ora di approvare in fretta il progetto esecutivo e di avviare la procedura di appalto, per aprire il cantiere il prima possibile. Parallelamente, stiamo portando avanti altri progetti che riguardano complessivamente il territorio comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di Romagna, il Parco Lungo Savio si rifà il look: "Un nuovo sistema di accoglienza"

CesenaToday è in caricamento