Lavoro per giovani disoccupati: nasce il progetto "Smart Land Valle del Savio"

Smart Land Valle del Savio, è una sorta di Nursery (incubatrice d’impresa giovanile), ideata per far nascere, crescere e accompagnare una società d’impresa giovanile che opera sul territorio della Valle

Pierpaolo Rossi nella foto

Opportunità di lavoro per i giovani disoccupati. Nasce il modello "Smart Land Valle del Savio", un programma di sviluppo economico indirizzato alle politiche di occupazione giovanile (tramite le singole misure finanziate dal Pal. Misura 19 - P.S.R. 2014 – 2020, predisposto dal Gruppo di Azione Locale "L’Altra Romagna"). Risorse costituite con fondi europei, statali, regionali e dedicate ai comparti del turismo, commercio, cultura, agricoltura e artigianato. Un concentrato di azioni vantaggiose per stimolare la progettazione occupazionale. La Smart Land Valle del Savio è rivolta ai giovani tra i 19 e i 30 anni, in cerca di futuro professionale, con capacità creative e aspirazioni personali, in grado - insieme ad altri – di realizzare una idea di lavoro nella propria valle o nel proprio comune di residenza.

Che cos'è

Smart Land Valle del Savio, è una sorta di Nursery (incubatrice d’impresa giovanile), ideata per far nascere, crescere e accompagnare una società d’impresa giovanile che opera sul territorio della Valle, mediante la formula Start up, (finanziata al 100% dai bandi Gal), dedicata al turismo – agricoltura, commercio, artigianato e cultura. Un’idea per dare la possibilità di generare lavoro a chi si concentra sulla gratificazione economica e professionale, la creatività, la possibilità di prendere decisioni e avere una sicurezza del posto di lavoro.

Un'iniziativa per invertire la difficile creazione di posti di lavoro. Per informazioni a tutti i giovani interessati e per qualsiasi precisazione e chiarimento, è stato predisposto da Confesercenti Cesenate uno sportello informativo in grado di illustrare più approfonditamente che cosa è il progetto Smart Land Valle del Savio e cosa significa partecipare alla costruzione operativa dello stesso. E' possibile contattare Pier Paolo Rossi (Confesercenti Bagno di Romagna, San Piero in Bagno, Via Garibaldi 24 - tel. 0543/917564; email: pierpaolorossi@ confesercenticesenate.com); William Rossi Vannini (Più Cultura e Turismo, tel. 339 6320874; email ego.vobis@tiscali.it); e Samuele Pavolucci (Creditcomm, Confesercenti Cesena, Viale 4 Novembre 145, tel.0547/622647; email s.pavolucci@creditcomm.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento