Cronaca

Progetto integrato tra 5 Comuni montani: Bagno di Romagna candida il “Ponte della Roccaccia” 

"Per il Comune di Bagno di Romagna – spiega il Sindaco Marco Baccini – abbiamo candidato la realizzazione del nuovo “Ponte della Roccaccia” sul fiume Savio a sud dell’abitato di Bagno di Romagna"

“Vivere i borghi e vivere i fiumi” è il nome della proposta progettuale con la quale i Comuni di Bagno di Romagna, Verghereto, Sarsina, Santa Sofia e Premilcuore hanno candidato 5 rispettivi interventi all’Avviso pubblico di accesso ai contributi programmati dalla Regione Emilia-Romagna con la Legge regionale n. 5/2018.

"Per il Comune di Bagno di Romagna – spiega il Sindaco Marco Baccini – abbiamo candidato la realizzazione del nuovo “Ponte della Roccaccia” sul fiume Savio a sud dell’abitato di Bagno di Romagna, che è stato dichiarato inagibile in seguito a verifiche strutturali che ne decretarono lo stato di forte degrado e precarietà, per cui è intenzione dell’Amministrazione Comunale ripristinare tale collegamento pedonale tramite la progettazione e realizzazione di un nuovo ponte in sostituzione di quello esistente. Si tratta di un intervento che avevamo inserito nella nostra programmazione a seguito di un confronto partecipato con i cittadini di Bagno, che avevano indicato questo intervento tra le priorità più sentite. Il progetto riguarderà sostanzialmente la costruzione di un nuovo ponte pedonale in sostituzione di quello esistente, con l’intenzione di dare alla nuova struttura una funzione anche attrattiva e turistica, che potrebbe concretizzarsi nella realizzazione di un ponte di tipo tibetano – spiega Marco Baccini. La costruzione del nuovo Ponte della Roccaccia, inoltre, va a completare il progetto di riqualificazione avviato a Bagno di Romagna, per il quale sono in corso i lavori di realizzazione dei nuovi Giardini di Via Lungo Savio e dell’area del Chiardovo". 

"La nostra proposta si inserisce all’interno di un’istanza congiunta che abbiamo condiviso con gli altri comuni montani del territorio, nell’ambito di un progetto unitario gestito per tutti dall’Unione Valle Savio, ciò che ci consente di beneficiare di un maggior contributo regionale. Il progetto unitario di spesa – spiega il Sindaco – ammonta ad  1.117.000 euro, per il quale contiamo in un contributo regionale di  526.000 euro, mentre sarà a carico dei Comuni la restante somma di 591.000 euro.  Per la realizzazione del Ponte della Roccaccia, si tratta di un intervento di  130.000 euro, finanziato dalla Regione per  98.000 euro e per  32.000 euro dall’Ente Comunale.  Il pregio di questa operazione – precisa Marco Baccini – sta proprio nel metodo collaborativo tra Comuni montani e che abbiamo perseguito insieme agli altri Sindaci. Collaborazione che non solo ci permette di attrarre maggiori risorse regionali, ma che ci unisce nella programmazione politica e nella sinergia amministrativa tra Enti".

"E’ un metodo che stiamo consolidando sempre di più e che è il frutto della strutturazione nell’ambito dell’Unione Valle Savio di Servizi operativi e di progettazione condivisi, che permettono di partecipare ai bandi in maniera più strutturata e efficiente.  Il progetto unitario, che vede l’Unione Valle Savio quale Ente capofila, è gestito da Mirta Barchi, Responsabile del Servizio Sviluppo e Programmazione del Territorio con sede a Palazzo Pesarini a San Piero, e da Roberto Zoffoli, Responsabile del Servizio Progetti Integrati, in collaborazione con i Responsabili dei Settori tecnici dei Comuni, impegnati nella programmazione e nella gestione realizzativa dei vari interventi sul territorio. Un assetto – commenta il Sindaco – che conferisce maggiore organicità al progetto e più salde prospettive di sostenibilità, in un contesto di un sistema integrato e coordinato a livello di Ambito Montano dell’Unione Valle Savio, con la prospettiva di rafforzare sempre di più le sinergie dei nostri Comuni montani per rafforzare le politiche ed i servizi in favore delle nostre Comunità e dei nostri territori. E’ proprio grazie a questa sinergia, per esempio, che riusciremo a realizzare un’opera che altrimenti sarebbe stato difficile sostenere in termini di risorse e tempistiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto integrato tra 5 Comuni montani: Bagno di Romagna candida il “Ponte della Roccaccia” 

CesenaToday è in caricamento