menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiera, ecco i progetti: potenziare "Ruotando" e restyling degli eventi in centro

Lo sviluppo, soprattutto in chiave internazionale, di Macfrut e, più complessivamente, la riqualificazione di Cesena Fiera, con il potenziamento di alcune rassegne, il restyling di manifestazioni storiche (come Cesena in Fiera e Cesena a Tavola) e nuovi appuntamenti

Lo sviluppo, soprattutto in chiave internazionale, di Macfrut e, più complessivamente, la riqualificazione di Cesena Fiera, con il potenziamento di alcune rassegne, il restyling di manifestazioni storiche (come Cesena in Fiera e Cesena a Tavola), la proposta di nuovi appuntamenti. Sono questi i temi al centro della comunicazione che il presidente dell’ente fieristico cesenate Renzo Piraccini ha inviato giovedì al Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e che quest’ultimo ha trasmesso per conoscenza a tutti i consiglieri comunali.
 

“Un passaggio necessario e doveroso – specifica il Sindaco Lucchi – dal momento che, in occasione del confronto sul futuro di Cesena Fiera e di Macfrut, insieme alla Giunta ho dichiarato più volte la volontà di tenere costantemente aggiornato il Consiglio comunale sull’evoluzione del progetto di rilancio messo in campo dai nuovi vertici. E proprio per questo, nei giorni scorsi ho richiesto al Presidente Piraccini una nota relativa allo stato dell’arte sia sull’edizione 2015 di Macfrut, sia sull’ente fieristico in generale”.
 

Nel trasmettere ai consiglieri la relazione di Cesena Fiera – che arriva alla vigilia di una prima serie di road show all’estero per presentare la rassegna fieristica -, il Sindaco sottolinea la coerenza con il progetto “Macfrut International”, che ha già portato a concludere importantissimi accordi di collaborazione, strategici per dare grande slancio all’internazionalizzazione della manifestazione fieristica, e che al tempo stesso ha mantenuto un occhio attento a garantire indotto economico alla città di Cesena.
 

“Ma ritengo altrettanto importante rilevare – prosegue il Sindaco - come l’attenzione di Cesena Fiera sia indirizzata anche all’organizzazione di importanti magneti attrattivi anche all’interno della città, concentrando energie e progettualità sia nel rilancio delle storiche iniziative che si tengono in centro storico (Cesena in Fiera e Cesena a Tavola), sia nello sviluppo delle manifestazioni ormai consolidate e previste all’interno del quartiere fieristico di Pievesestina (Ruotando Ruotando e Hobby Farmer). E in questo contesto, la struttura di Cesena Fiera è al lavoro anche per lanciare nuovi progetti su cui investire idee, risorse e creatività”.
 

MACFRUT. Scrive il presidente della Fiera Renzo Piraccini: “Per quanto riguarda la 32° edizione di Macfrut - ribattezzata Macfrut 3.2- che Cesena Fiera organizzerà nel centro fieristico di Rimini dal 23 al 25 settembre p.v., ci eravamo prefissati l'obiettivo di incrementare i settori espositivi (azione non possibile all'interno del quartiere fieristico di Cesena per mancanza oggettiva di spazi) e contestualmente la superficie venduta. Abbiamo contrattato con Rimini Fiera 4 padiglioni , per una superficie espositiva lorda di 22.000 metri quadri ( + 10% sulla superficie 2014 ), opzionando altri 2 padiglioni per ulteriori 11.000 metri dove sarà sviluppata una componente particolarmente importante per l'intera filiera ortofrutticola, quella del pre-raccolta ( mezzi tecnici, vivaismo, serricoltura, costitutori di nuove varietà, ecc). Si sono realizzati importanti accordi strategici e sicuramente quello più importante è con il gruppo UniCredit che ci supporterà, con la propria rete estera, nello sviluppo internazionale e nella organizzazione di Road Show di presentazione Macfrut in Europa e nel bacino del Mediterraneo. I primi Road Show in programma sono a Sofia, Varsavia, Bucarest e Budapest. Questa nuova dinamicità di Macfrut ha portato, ad oggi, ad un forte incremento delle prenotazioni degli spazi espositivi e siamo fiduciosi che la prossima edizione di Macfrut possa essere effettivamente all’insegna di un forte sviluppo quantitativo e qualitativo”.
 

ALTRE FIERE. Scrive sempre Piraccini: “Nel corso del 2015 le altre fiere verranno riconfermate e porremo una particolare attenzione alle manifestazione che riteniamo abbiano un maggiore potenziale di sviluppo. Su tutte Ruotando, che sta riscontrando ogni anno valori sempre più positivi, e Hobby Farmer (la fiera degli orti e dei giardini) la quale, giunta alla sua 3 edizione, sta confermando un trend positivo che ben ci fa sperare per il futuro”.
 

INIZIATIVE IN CENTRO. Ed infine: “Una particolare menzione meritano inoltre le due manifestazioni che organizziamo nel centro cittadino, Cesena in Fiera ( San Giovanni ) e Cesena a Tavola entrambe particolarmente rappresentative e oggetto di un necessario restyling dovuto a esigenze logistiche e di mercato, saranno anche oggetto di investimenti in promozioni e riqualificazione dell’attività”.


 

NUOVI EVENTI. “Lo sviluppo e la ricerca di nuovi eventi da inserire nel calendario fieristico è uno dei principali obiettivi che la Società persegue con determinazione, anche in una congiuntura economica di certo non favorevole come quella attuale. Su questo fronte stiamo valutando, in sinergia con partner locali, la possibilità di realizzare due nuove manifestazioni una dedicata al Food & Wine e l'altra al benessere ( in questo caso come Macfrut saremo presenti con una importante area alla prossima edizione di RIMINI WELLNESS dove le principali aziende ortofrutticole espositrici di Macfrut promuoveranno il valore salutistico dei loro prodotti). Inoltre Macfrut sarà uno dei promotori della Wellness Week che si terrà a fine Maggio 2015 in tutta la Romagna, in contemporanea con Expo 2015.
 

INTERVENTI SULLA STRUTTURA DI PEVESESTINA. Scrive infine Piraccini: “La struttura fieristica di Cesena necessita, allo stato attuale, di una serie di interventi divenuti oramai improcrastinabili non solo per renderla più moderna e attrattiva, ma relativi anche ordinaria e straordinaria manutenzione ( manto di copertura interno e esterno dei padiglioni, impianti di riscaldamento e raffrescamento vetusto e non sufficiente, impianto di illuminazione inadeguato, etc...). Questi interventi si possono realizzare solo se si potrà realizzare un allungamento della convenzione in essere con la Amministrazione Comunale in scadenza al 31/12/2019. Senza un adeguato allungamento della concessione sono preclusi interventi significativi, perché gli oneri che ne deriverebbero sarebbero insostenibili per la gestione. Ritengo pertanto opportuno chiederle di valutare la possibilità di intervenire sull'allungamento della convenzione in essere per poter agire sia sul piano strutturale che organizzativo”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento