Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

L'attività della Procura per i cittadini nel Bilancio Sociale 2016: trattati 5.261 reati

La Procura della Repubblica di Forlì ha presentato il suo Bilancio sociale, con l'analisi del servizio reso alla comunità provinciale e i suoi risvolti sociali ed economici

La Procura della Repubblica di Forlì ha presentato il suo Bilancio sociale, con l'analisi del servizio reso alla comunità provinciale e i suoi risvolti sociali ed economici. L’ultima edizione è riferita all’annualità 2016 ed è stata recentemente presentato nella sale conferenze del campus universitario di Forlì, alla presenza delle autorità cittadine. Oltre al procuratore capo Sergio Sottani, erano presenti per la tavola rotonda, presieduta da Marco Borraccetti (Diritto dell’Unione Europea - Università degli Studi di Bologna), Orazio Pescatore (Presidente del Tribunale di Forlì), Roberto Roccari (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Forlì-Cesena),  Marco Martines (Presidente Camera Penale della Romagna), Aride Missiroli (Presidente dell’Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Forlì), Ulrico Bardari (Vice Sovrintendente della Polizia di Stato e Dottore di Ricerca in Informatica Giuridica). Il bilancio è stato realizzato  da  Michela Fabbri, Alessandra Ascari Raccagni, Sonia Guariglia e Luca Dal Prato.

Il Bilancio sociale individua la struttura della Procura, composta dal procuratore capo, da 7 sostituti procuratori e da 11 procuratori onorari. Per il personale amministrativo di supporto sono previsti 35 posti in organico, di cui 28 effettivamente ricoperti. A questi si aggiungono 18 unità delle forze dell’ordine per le attività di polizia giudiziaria (di cui 17 effettivamente ricoperti). Per quanto riguarda i dati, nel periodo monitorato tra il 2015 e il 2016 sono stati denunciati 5.261 reati, in lieve calo rispetto ai 5.416 del periodo precedente. Più della metà dei reati denunciati sono i furti che ammontano a 2.983, di cui 811 in abitazione. Tra i dati che emergono vi sono anche quelli relativi alle intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche che hanno riguardato 355 persone per 102mila euro di spesa. In generale, la macchina della Procura, l’organo che sovrintende a tutta l’attività investigativa che permette la repressione del criminne nella provincia di Forlì-Cesena ammonta a circa 2,5 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attività della Procura per i cittadini nel Bilancio Sociale 2016: trattati 5.261 reati

CesenaToday è in caricamento