Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Primo caso di Coronavirus in provincia, l'annuncio: "E' un 59enne di Savignano"

Il malato è un 59enne ricoverato all’ospedale di Forlì ma in buone condizioni, salgono a 269 i casi di positività in Emilia-Romagna

Salgono a 269 i casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, su 1.736 test refertati. Rimane Piacenza la provincia più colpita, con 160 casi; 58 sono a Parma, 24 a Modena, 16 a Rimini, 7 a Reggio Emilia. Non ci sono nuovi casi né a Bologna, dove rimangono 2, né a Ravenna, che ne ha uno. É stato registrato a Savignano sul Rubicone il primo caso di positività al Coronavirus. A comunicarlo è il sindaco Filippo Giovannini, in stretto contatto sin dalle prime ore della giornata con Francesca Righi, direttrice del distretto Rubicone – Mare dell’Ausl Romagna, per monitorare la situazione.

E' un paziente di Savignano

“Si tratta di un uomo di 59 anni residente nel Comune di Savignano sul Rubicone – spiega il sindaco Giovannini - ora ricoverato in isolamento nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Morgagni di Forlì. L’uomo è in buone condizioni di salute. Il Dipartimento di Sanità Pubblica ha avviato l’indagine epidemiologica mirata ad individuare tutti coloro che possono aver avuto contatti stretti con il paziente risultato positivo. A seguito dell’identificazione del caso sospetto da parte di sanitari, è stata attivata prontamente l’Igiene Pubblica e il paziente è stato trasportato con un'ambulanza del 118 attraverso il percorso dedicato per salvaguardare personale e altri pazienti all’ospedale Forlì, dove è stata poi accertata la positività al Coronavirus. Sono stati già posti in isolamento domiciliare i familiari del paziente”.

“Ai primi sintomi – prosegue il sindaco Giovannini – l’uomo si è auto-isolato. Stiamo lavorando in stretto contatto con l’Ausl per mettere in campo tutte le azioni necessarie a contenere il più possibile la diffusione del virus. Invito i miei concittadini ad affidarsi ai nostri sanitari e ad attenersi alle indicazioni ufficiali, in particolare al decalogo con le norme di comportamento individuale. Ricordo l’indicazione fondamentale per la quale in caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) non bisogna accedere direttamente alle strutture sanitarie e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia ma contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale o il numero verde regionale 800 033 033 oppure, in caso di emergenza, il 118".

“Desidero sottolineare l’importanza di attenerci alle indicazioni dei nostri sanitari – sottolinea il presidente del Distretto Rubicone-Mare Gianluca Vincenzi – e affrontare razionalmente la situazione. Le istituzioni sono attive e presenti per mettere in campo tutte le azioni che si renderanno necessarie. La nostra comunità è forte insieme affronteremo e supereremo questo momento”.

Così in Regione

Ai 4 decessi già avvenuti se ne aggiunge un quinto: un uomo di 79 anni, già affetto da molteplici patologie; era residente in provincia di Piacenza e ricoverato in ospedale. La maggioranza delle persone continua a presentare sintomi modesti, 22 non hanno alcun sintomo e 130 - quasi la metà -stanno seguendo il previsto periodo di isolamento a casa, perché non hanno bisogno di cure ospedaliere. Passano da 11 a 14 i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Rispetto all’aggiornamento di ieri pomeriggio, quando i casi positivi erano 217, ci sono dunque 52 casi in più, di cui 22 a Piacenza, 23 a Parma, 2 a Modena, 3 a Reggio Emilia, 1 a Rimini e il primo caso a Forlì/Cesena. Va sempre tenuto presente che questi dati si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo caso di Coronavirus in provincia, l'annuncio: "E' un 59enne di Savignano"

CesenaToday è in caricamento