Prima variazione di Bilancio 2013: +5milioni per entrate e spese

Tra le voci ci sono 200mila euro per lo smontaggio e il trasferimento della struttura di piazza Aguselli, che avverranno successivamente alla riapertura del Foro Annonario

Registra un aumento di entrate e spese per 5 milioni nella parte corrente e per 1 milione e 50mila euro sul versante investimenti, la prima variazione sul bilancio preventivo 2013 messa a punto dalla Giunta comunale, che nell'ultima seduta ha approvato la delibera da sottoporre all’esame del Consiglio Comunale.

Di seguito la comunicazione di sindaco e vice ai capigruppo: "[...]Per quanto riguarda le entrate segnaliamo le voci principali. La correzione è a saldo zero sulla quota per i servizi indivisibili della Tares (i 30 centesimi per metro quadro, per intenderci) che, in base alle nuove norme, non viene più incassata dal Comune ma dallo Stato, che poi riconosce l’importo in qualità di Fondo di Solidarietà. Sono invece previsti: una nuova entrata da ravvedimenti operosi per l’Imu 2012 per 250mila euro; maggiori dividendi da Face spa, Romagna Acque spa, Unica Reti spa, Energie per la Città spa, per un totale di 545mila euro; la nuova entrata derivante dalla prima proiezione stimata sugli incassi per il pagamento delle violazioni derivanti dal sistema Icarus, per 950mila euro. Come preannunciato già nei giorni scorsi in modo formale, la riduzione dell’entrata per l’ultima parte dell’anno, seguito della riorganizzazione della sosta all’ospedale Bufalini con la decisione assunta di sperimentare la gratuità per le prime due ore, sarà invece di 45mila euro.

Sul versante della spesa, sono previste maggiori spese per i servizi all’infanzia, da riconoscere ad Asp a seguito dell’accordo per l’affidamento della gestione di alcune sezioni (230mila euro). Inoltre, vengono stanziati 250mila euro per il sostegno al sistema universitario tramite Serinar e altri 250mila euro sono destinati al Teatro Bonci, così come preannunciato nella lettera inviata ai Capigruppo ed ai Consiglieri comunali il 29 gennaio scorso (ed alla quale non sono giunte obiezioni formali), in cui ci impegnavamo a rivedere gli importi assegnati ai due enti. Vengono poi aggiunti 56mila euro circa per il completamento del sostegno alle nuove assunzioni e stabilizzazioni a seguito dell’apposito bando e della graduatoria da esso derivante; si prevede di farsi carico del costo del trasloco a Forlì degli uffici della sezione di Cesena del Tribunale, che la norma pone a carico degli enti locali, per 62mila euro; vengono stanziati circa 315mila euro per gli interventi di manutenzione, in particolare sul verde pubblico.

Vanno anche ricordati gli oltre 400mila euro di nuovi contributi ricevuti per i servizi sociali da Regione, Provincia, Inps, Ausl , Ministero, cui corrispondono le relative spese, per gli importanti progetti del settore, a sostegno delle fasce più fragili di cittadini e della coesione sociale.

Poiché non si è ancora potuto dare attuazione alla nuova modalità di rapporto con Acer per la gestione dell’edilizia residenziale pubblica, vengono ripristinati in bilancio i fondi (circa 1,3 milioni di euro) sia in entrata che in spesa, perdurando attualmente la convenzione in essere, fino al momento della sottoscrizione della nuova concessione, al fine di poter dare attuazione nel frattempo agli interventi necessari.

Vogliamo anche ricordare l’aumento dei contributi europei, per un importo complessivo di circa 250mila euro, riferiti al progetto “Jobtown” (la rete di undici città europee, con capofila Cesena, per favorire l’ideazione e il trasferimento di progetti per l’occupazione giovanile) e per il progetto sull’energia “InSmart”.

Infine, per quanto riguarda la spesa per investimenti, sono inseriti: oltre 400mila euro di manutenzioni straordinarie agli edifici Erp; oltre 850mila euro per l’intervento di riduzione del rischio sismico della scuola elementare di Borello, finanziato dalla Regione; 110mila euro di spese spettanti al Comune per gli scavi archeologici effettuati al Foro Annonario; 200mila euro per lo smontaggio e il trasferimento della struttura di piazza Aguselli, che avverranno successivamente alla riapertura del Foro Annonario.

A questi si uniscono anche gli importi degli interventi di efficientamento energetico degli impianti sportivi della piscina comunale e del campo da baseball, per i quali si sta concorrendo ad un bando ministeriale di cofinanziamento.

Dopo l’approvazione del bilancio preventivo del 28 febbraio scorso, oggi avviene un primo assestamento, rispetto al quale occorre fare una ulteriore precisazione. Si ripropone, infatti, una situazione di elevata incertezza relativamente alle risorse finanziarie degli enti locali derivanti dai trasferimenti, connessa prevalentemente all’incertezza dei dati relativi all’Imu, essendo cambiata la definizione di quale quota spetti allo Stato e quale all’Ente Locale.  Come ogni giorno le dichiarazioni dell’Anci ci aiutano a ricordare, una stima degli importi appare oggi particolarmente avventurosa e lo slittamento del pagamento della prima rata dell’IMU contribuisce ad aumentare la difficoltà nel fare previsioni. Infatti, entro il 31 agosto il Governo ha previsto di emanare le nuove norme sull’IMU e sulla tassazione degli immobili in generale e, successivamente ad esse, l’Amministrazione potrà effettuare le nuove valutazioni necessarie.

In questa sede, poi, un’ulteriore informativa, a seguito del D.L. 35/2013 sullo sblocco dei pagamenti, ci pare opportuna. Sono stati infatti assegnati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze maggiori spazi di pagamento al Comune di Cesena per 7.482.000 di euro, mentre al 30 giugno verranno assegnati gli spazi del “Patto regionale incentivato”. Nel frattempo si stanno effettuando i pagamenti dei fornitori con un criterio cronologico: ad oggi sono stati effettuati pagamenti complessivi per 11.910.000 euro, a fronte di un budget complessivo previsto per l’intero anno di 17.150.000 euro; dal 15 maggio, data dello sblocco dei pagamenti fissata dal D.L. 35/2013, sono stati fatti pagamenti per 2.324.000 euro, azzerando l’ammontare dei debiti al 31/12/2012 e pagando tutte le fatture con data fino al 31 marzo 2013.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I pagamenti continuano al fine di azzerare le liquidazioni ancora in sospeso, ad oggi pari a circa  1,1 milioni di euro, proseguendo poi con quelli per i lavori precedentemente sospesi ed ora finalmente sbloccati, in corso attualmente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento