Cronaca

Coronavirus, continua a calare l'indice Rt: Emilia Romagna vede "giallo", si attende la decisione

È quanto emerge dalla bozza dell'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanita' e del ministero della Salute sull'andamento dell'epidemia da Covid-19 relativo al periodo compreso tra il 12 e il 18 aprile

"L'indice di trasmissibilita' Rt calcolato sui casi sintomatici e' pari a 0,81 (range 0,77-0,89), in diminuzione rispetto alla settimana precedente (quando era a 0,85, ndr) e sotto l'uno anche nel limite superiore". È quanto emerge dalla bozza dell'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanita' e del ministero della Salute sull'andamento dell'epidemia da Covid-19 relativo al periodo compreso tra il 12 e il 18 aprile. "Quattro Regioni hanno un Rt puntuale maggiore di uno - si legge ancora nel report -. Tra queste, due Regioni (Basilicata e Sicilia) hanno una trasmissibilita' compatibile con uno scenario di tipo 2". Lo spostamento dell'Emilia Romagna in zona gialla a partire da lunedì sarà deciso quindi sulla base del monitoraggio all'esame della cabina di Regia

Nella bozza si legge inoltre che "questa settimana si osserva ancora una lievissima diminuzione della incidenza settimanale (157,4 per 100mila abitanti (12-18 aprile) contro 160,5 per 100.000 abitanti (5-11 aprile, dati flusso Iss). Complessivamente, l'incidenza resta elevata e ancora ben lontana da livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il completo ripristino sull'intero territorio nazionale dell'identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti". Viene confermata "la lenta discesa dei nuovi casi e del numero di pazienti ricoverati, ma il quadro complessivo resta ancora ad un livello critico".

"L'incidenza e' in lenta diminuzione ma ancora molto elevata per consentire sull'intero territorio nazionale una gestione basata sul contenimento - si legge nel report - ovvero sull'identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti". Di conseguenza, e' necessario "ridurre rapidamente il numero di casi anche con misure di mitigazione volte a ridurre la possibilita' di aggregazione interpersonale. L'ampia diffusione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilita' richiede l'applicazione delle misure utili al contenimento del contagio".

Secondo l'Iss e' ancora "fondamentale" che la popolazione eviti "tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie. Si ricorda che e' obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi- raccomanda- e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine. Si ribadisce la necessita' di rispettare le misure raccomandate dalle autorita' sanitarie compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi". (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, continua a calare l'indice Rt: Emilia Romagna vede "giallo", si attende la decisione

CesenaToday è in caricamento