menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prestazioni sanitarie di base, inaugurato lo sportello Anteas

I volontari Anteas cureranno l'accoglienza ed effettueranno prestazioni sanitarie di base gratuitamente, avendo tra i volontari anche personale infermieristico professionale

Sabato è  stato inaugurato il nuovo Sportello socio-assistenziale infermieristico di Anteas a Cesenatico, situato presso la struttura della Nuova Famiglia, via Cesenatico 60 nel quartiere Madonnina. Presenti al taglio del nastro anche il Sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli, l'Assessore Stefano Tappi e Roberto Casali, presidente della Nuova Famiglia Onlus.
Un progetto di Anteas fortemente voluto dall’indimenticato Presidente Ambroni.ù

Nello sportello socio-assistenziale, che sarà attivo dal 19 aprile, tutti i mercoledì (non festivi) dalle 9 alle 11, e l’accesso è dedicato a tutti i cittadini. I volontari Anteas cureranno l'accoglienza ed effettueranno prestazioni sanitarie di base gratuitamente, avendo tra i volontari anche personale infermieristico professionale. Potranno quindi realizzare piccole medicazioni, iniezioni intramuscolari e sottocutanee, misurazione della pressione arteriosa e della glicemia. Tutte le prestazioni sono completamente gratuite.

Il Responsabile dell'ambulatorio sociale di Cesenatico è Ettore Pavirani, già caposala presso gli Ospedali di Rimini e Santarcangelo. All’inaugurazione, che ha riguardato anche lo sportello Info Handicap, gestito dalla Coop “La Vela”, sono intervenute molte persone. “Grazie a voi diamo qualcosa in più alla comunità in un momento nel quale le risposte del pubblico non sono adeguate ai bisogni crescenti” ha affermato il Sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli, mentre l’assessore Tappi ha ricordato quanto sia importante “fare squadra, stando attento agli ultimi in un’ottica di inclusione sociale di tutti”.

La Città di Cesenatico ha una discreta presenza di persone anziane, alle quali è prevalentemente rivolto il servizio Anteas. Le esperienze maturate in questi anni da Anteas, sia nell’Unione dei Comuni Rubicone e Mare sia nell’Unione Vallesavio, hanno evidenziato come, con la presenza di volontari addetti all’accoglienza, previa formazione, sia possibile dare risposte efficaci a molte di queste esigenze, specie alla dimensione relazionale delle persone. Modesta Bisacchi, responsabile dell’Anteas Rubicone, e Irma Rossi, referente di Anteas a Cesenatico, hanno rimarcato quanto i volontari Anteas, che sono l’anima dell’Associazione, siano tutti volontari che hanno deciso di donare il loro tempo gratuitamente alle persone più fragili. Tutti gli anni i nostri volontari sono coinvolti in attività formative, con psicologi o con formatori esperti. I volontari sono in maggioranza pensionati, ma negli ultimi anni si sono avvicinate anche persone più giovani che hanno scoperto quanto il volontariato è utile e fa bene, sia a chi lo riceve che a chi lo fa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento