Quest'anno Gesù Bambino va a nanna sotto chiave per evitare ladri e vandali

C'è un sorvegliato speciale nel presepe davanti al Duomo: è il bambin Gesù. Sembrava essere stato rubato, come tutti gli anni scorsi. Per fortuna quest'anno ci sono nuovi provvedimenti

C'è un sorvegliato speciale nel presepe davanti al Duomo: è il bambin Gesù. Sembrava essere stato rubato, come tutti gli anni scorsi, ma questa volta si è trattato solo di un tentativo mal riuscito. Infatti nel corso della notte tra giovedì e venerdì scorso era stato portato via, ma il giorno dopo è stato ritrovato poco distante. Però questa avvisaglia ha messo in guardia immediatamente i nuovi organizzatori del presepe, l'associazione L'Accento che gestisce gli eventi del Natale nel centro storico.

"Abbiamo capito che, come tra l'altro ci avevano avvisato dalla Fondazione Cassa di Risparmio - spiega Patrizia Po dell'Accento - il bambinello è un oggetto che invoglia al furto o ad atti vandalici. Così abbiamo pensato di metterlo in sicurezza. Di giorno lo lasciamo nella sua culla fatta di paglia, accanto a Giuseppe e alla Madonna, verso le 20 arriva un custode che lo prende in consegna e lo porta in sicurezza. La mattina poi viene riappoggiato nel suo solito posto. Questo per evitare che durante gli orari notturni, quelli più pericolosi, a qualcuno venga in mente di fare la solita bravata". 

A prestarlo all'associazione L'Accento è stata la stessa Fondazione Cassa di Risparmio che per tanti anni ha realizzato l'amato presepe davanti al Duomo. Amato ma profanato ormai decine di volte. Nel 2013 addirittura fu rubato due volte nel giro di 5 giorni. L'anno scorso per rubarlo dalla sua culla, in cui la Fondazione l'aveva legato per evitare furti, hanno dovuto spaccare la testa. Prima del 2013 avevano preso di mira anche le altre figure, quelle della Madonna e di Giuseppe.  Nel 2015 venne rubato, come sempre, il bambinello e in estate di due anni dopo venne fatto ritrovare davanti alla chiesa di San Bartolo avvolto all'interno di un lenzuolo. Insomma è una vita dura quella di quel povero bambino, oggetto sacro e simbolo della comunità cristiana. O è preda di ladruncoli e vandali, oppure gli tocca stare sotto sorveglianza speciale. Non ha pace nemmeno da statua. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento