Cronaca

Un "Teatro senza mura": la stagione del Bonci si presenta con tante novità

Una programmazione ricca di novità e all'insegna di un teatro aperto, senza barriere, un teatro capace di colloquiare e fondersi con la propria città

Foto di Piero Pasini

Parte col piede giusto la stagione artistica dell'Ert (Emilia Romagna Teatro Fondazione) che, oltre a Bologna e a Modena, comprende anche la programmazione del Teatro Bonci di Cesena. Una programmazione ricca di novità e all'insegna di un teatro aperto, senza barriere, un teatro capace di colloquiare e fondersi con la propria città. "Teatro senza mura", infatti, è il leitmotiv che ha ispirato la programmazione firmata, per la prima volta, dal nuovo direttore di Ert, il regista teatrale bolognese, nonché professore universitario al Dipartimento delle Arti, Musica e Spettacolo di Bologna, Claudio Longhi. "Nel pensare insieme a tutti i collaboratori la programmazione per il 2017/18 (anno in cui festeggiamo i 40 anni di Ert) abbiamo cercato di rispondere alla domanda "Che fine ha fatto il nostro futuro?", domanda sempre più pressante al giorno d'oggi - ha spiegato Claudio Longhi - Abbiamo convenuto che al Teatro, nel rispetto dele sue funzioni antiche, spetta il compito di chiamare a raccolta tutte le persone della città in cui opera, stimolandole a discutere, a farsi un'opinione e ad affrontare il futuro guardando al proprio passato". 

Per questo motivo sono moltissimi gli appuntamenti in cui nella stagione che sta iniziando i cittadini saranno chiamati a partecipare attivamente. Si parte il 7 ottobre con l'inaugurazione, aperta a tutti, alle 21 le porte del teatro Bonci si aprono con "Bonci '17/'18: un labirinto di storie" divertente serata di letture e musiche curata dagli attori Nicola Bortolotti, Michele Dell'Utri, Diana Manea, Simone Tangolo e con la partecipazione degli allievi del Conservatorio Bruno Maderna. Alle 21, ingresso libero. Si prosegue l'11 novembre con uno spettacolo in cui saranno impegnati 150 cesenati che nei giorni precedenti abbiano partecipato a un atelier teatrale aperto con gli attori di Ert. Chi è interessato a partecipare basta mandare una email indicando nome, cognome se siete maggiorenni o minorenni a edallagiovanna@teatrobonci.it (termine delle iscrizioni lunedì 16 ottobre).

Altra novità è "Caro Babbo Teatro ti scrivo..." Regala un piccolo sogno alla tua città. I cesenati, sotto Natale, potranno scrivere un sogno, un pensiero, una fantasticheria per Cesena. Le lettere verranno aperte tutte insieme per festeggiare il nuovo anno i documenti serviranno per una specie di installazione artistica. Verrà inaugurata, quest'anno, in collaborazione con la Biblioteca Malatestiana, la lettura a puntate di libri legati a spettacoli di cartellone. Si parte col capolavoro di Collodi, Pinocchio, in attesa della versione teatrale firmata da Antonio Latella in gennaio. Collegamenti col teatro verranno fatti anche col cinema, grazie al Centro Cinema di Cesena. 

La nuova stagione

Da ottobre a maggio sono in programma 34 titoli per un totale di 63 serate di spettacolo. Segnano la nuova stagione alcuni dei grandi nomi della regia italiana ed europea - da Peter Stein ad Antonio Latella, Cesare Lievi, Claudio Longhi, Mauro Avogadro, Marco Sciaccaluga, Claudio Tolcachir - accanto ad autori a tutto tondo della scena contemporanea come Marco Paolini, Fausto Paravidino, Marco Martinelli ed Ermanna Montanari, Chiara Guidi, Cesare Ronconi e Mariangela Gualtieri. Non mancano nomi nemmeno tra i primi attori come Giulia Lazzarini, Maddalena Crippa, Umberto Orsini, Massimo Popolizio.  Un'altra novità assoluta sarà che la notte di capodanno si passerà a teatro con i giocolieri della compagnia francese La Main de l'Homme.

"Anche per la stagione di danza, concerti e spettacoli musicali - ha spiegato Franco Pollini, direttore del Bonci - il concetto è entrare nella città, coinvolgendo direttamente due compagnie di Cesena, Sociètas Raffaello Sanzio e Valdoca, che fanno di Cesena una delle capitali del teatro europeo, con il progetto "Disgelo dei nomi" - Per quanto riguarda la stagione di danza vede molti personaggi attesi tra i quali BodyTraffic, MMContemporary Dance Company, entrambi alla loro prima tappa cesenate, e la compagnia di Emiliano Pellisari mentre al centro del cartellone musicale ci sono Paolo Fresu e Omar Sosa, l'Ukrainian Radio Sympony Orchestra con Stefan Milenkovich al violino, Saverio Tasca e i Percussionisti del Conservatorio di Cesena, Sonia Bergamasco con EsTrio e l'astro nascente del jazz Yilian Canizares. 

Nel frattempo è partita il 27 giugno scorso la campagna abbonamenti e riapre il 4 ottobre fino al 4 novembre, durante questa seconda parte sarà possibile acquistare le tessere flessibili che permettono a ciascno spettatore di costruirsi un personale viaggio attraverso la stagione. Percorsi su misura sono suggeriti quest'anno anche da un'ulteriore novità, le Carte Tematiche (in prevendita dal 7 novembre) tre spettacoli che ritagliano nel cartellone tematiche comuni: Carta Insieme che ruota intorno agli affetti e alla famiglia, Carta Sovversiva sulle tracce del potere contrastato dalla ribellione, Carta Eros per un viaggio nel desiderio e nel sentimento. Il costo per ognuna delle Carte è di 60 euro. 
Informazioni biglietteria 0547/355959, info@teatrobonci.it, www.teatrobonci.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un "Teatro senza mura": la stagione del Bonci si presenta con tante novità

CesenaToday è in caricamento