Cesena diventa "Piazze di Cinema": "E' finita l'era del cinepanettone, si punta alla cultura"

Sarà un periodo ricco di proiezioni ed incontri, premi alla migliore opera prima italiana e alla commedia dell'anno, con in calendario concerti, documentari, appuntamenti per bambini e mostre fotografiche

Presentata l'ottava VIIIa Edizione di Piazze di Cinema 2018, la kermesse cinematografica, diventata ormai un classico estivo della città malatesiana, che si terrà nelle piazze e nelle arene dall'otto fino al venti di luglio e che vedrà quest'anno come ospite d'onore l'attore bolognese Stefano Accorsi che incontrerà gli appassionati nella serata del quindici di luglio in Piazza della Libertà. Sarà un periodo ricco di proiezioni ed incontri, premi alla migliore opera prima italiana e alla commedia dell'anno, con in calendario concerti, documentari, appuntamenti per bambini e mostre fotografiche.

A riguardo di quest' ultime si terrà la ventunesima edizione di “Cliciak-Scatti di Cinema” che quest'anno ha visto polverizzare  i record dello scorso anno con oltre duemila fotografie pervenute presentate da cinquantasei fotografi (trentasei assolutamente nuovi) a documentazione di centoquindici film girati in Italia nello scorso anno. I migliori fotografi di scena saranno  giudicati da una qualificata commissione i cui membri sono Cesare Biarese, Michele Smargiassi, Enza Negroni, Andrea Crozzoli, Claudio Pastrone, e verranno  premiati sabato quattordici luglio in Piazza della Libertà. Per questa edizione di Piazze di Cinema ospite d'onore sarà l'attore bolognese Stefano Accorsi che domenica quindici luglio nella rinnovata Piazza della Libertà, dove verranno allestite ottocento postazioni per il pubblico e sarà il cuore di tutte le manifestazioni, alle ventuno sarà intervistato da Gianluca Farinelli e quindi assisterà alla proiezione della commedia di Matteo Rovere “Veloce come il Vento”.

Nel corso del Festival il Chiostro di San Francesco  accoglierà le proiezioni e gli incontri del concorso “Opere Prime Monty Banks”, mentre l'Arena San Biagio sarà riservata alle pellicole e agli autori della sezione “W la Commedia Italiana”. Per ambedue i concorsi la premiazione avverrà nella cornice di Piazza della Libertà il venti luglio. Ci sarà anche, visto il grande successo degli anni passati, la “Notte del Cinema” con quattro proiezioni in contemporanea tra Piazza della Libertà, il Chiostro di di San Francesco, l'Arena San Biagio e Piazza del Popolo. Come sempre un occhio ai bambini con “Piazze di Cinema – Kids”, laboratori e film fantasy e d'animazione e la sezione “Doc” dove si esplorerà il rapporto tra Musica, Cinema & Comics. Dal due luglio al ventisette agosto “Revolution”, un grande percorso cinematografico che racconterà il '68 con proiezioni in Piazza della Libertà e al Chiostro di San Francesco.

Inoltre altre due mostre fotografiche che ripercorreranno la carriere di Stefano Accorsi, presso la galleria Pescheria dal sei luglio, e il lavoro del fotografo cesenate Giuseppe Palmas che raccontò “La Dolce Vita”, presso la Galleria del Ridotto ad iniziare dal ventinove giugno. "Una grande sinergia realizzata tra il Centro Cinema di Cesena e la Fondazione Cineteca di Bologna - sottolinea la dirigente del settore cultura Elisabetta Bovero - che vede coronare uno sforzo di organizzazione durato un anno. Tutti gli spettacoli sono gratuiti tranne quelli  all'arena San Biagio dedicati a 'W la commedia italiana', che per volere dei distributori sarà a pagamento a sei euro, ma è possibile fare un abbonamento". "Una città che si mostra in tutta la sua bellezza e la sua organizzazione - dice l'assessore alla cultura Christian Castorri -  con una serie di eventi che si prolungano per tredici giornate che attirano pubblico da fuori. Credo che ormai la manifestazione sia pronta per uscire dagli angusti spazi cittadini per allargarsi a tutta la Romagna e alla regione".

"Questa ottava edizione di Piazze di Cinema con l'omaggio all'attore bolognese Stefano Accorsi - evidenzia il critico e presidente della Fondazione Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli - vuole essere anche una visione globale dello stato della filmografia attuale in Italia. L'industria cinematografica italiana sta passando dei momenti di grande innovazione e sperimentazione, spesso riceve premi internazionali di grande prestigio e poi i film premiati non hanno un riscontro di pubblico. Finita l'era del cinepanettone, ora si muovono i primi passi di una nuova Commedia all'Italiana molto interessante e di ampio spessore culturale. Purtroppo all'estero si richiedono ormai film in lingua e su questo siamo piuttosto indietro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento