"A regola d’arte", Biblioteca Malatestiana affollata per il libro di Stefano Tura

Tura non si è fatto mancare una visita alla Malatestiana Antica rimanendone particolarmente impressionato

Pubblico delle grandi occasioni per la presentazione del nuovo thriller di Stefano Tura, “A regola d’arte”. Sabato l’aula magna della Biblioteca Malatestiana di Cesena, piena di appassionati, ha ospitato il noto giornalista. Tura non si è fatto mancare una visita alla Malatestiana Antica rimanendone particolarmente impressionato. L’incontro è stato presentato da Graziano Gozi, direttore della Confesercenti Cesenate e moderato dal giornalista Giacomo Mascellani con reading di Amanda Rossi. Patrocinato dal Comune di Cesena, l’appuntamento è stato organizzato grazie alla collaborazione della Banda Città di Cesena, del Palio di Cesena e della Confesercenti Cesenate.

“A regola d’arte” è l'ultimo agghiacciante capitolo della saga di Peter McBride firmato dallo scrittore: la testa riversa da un lato, appoggiata alla corda ben stretta intorno al collo, la bocca aperta, contorta nella smorfia di un dolore ormai svanito, le braccia distese lungo i fianchi, i piedi inguainati in eleganti scarpe firmate, sospesi da terra. Sul pavimento, poco distante dal corpo, un biglietto: "Effetto Brexit. Suicidio di un broker". Proprio di fronte all'istallazione esposta in una galleria molto in voga della città, sfilano gli esponenti più celebri della comunità italiana a Londra. Diplomatici, imprenditori e aristocratici, presenti più per farsi vedere che per ammirare le opere.

A pochi passi da lì, in un angolo nascosto, circondato da un capannello di curiosi, giace immobile un corpo, la gola squarciata da una ferita netta, gli abiti imbrattati di sangue. Apparentemente la più verosimile delle opere d'arte, in realtà si tratta del cadavere di uno degli invitati. Nel corso di pochi istanti tutto cambia, il panico si diffonde e l'elegantissima folla si trasforma in un unico organismo impazzito che per uscire da quel macabro luogo è disposta a tutto. L'indagine, affidata al detective Riddle, non è semplice: la vittima è uno dei più facoltosi e stimati imprenditori italiani espatriati a Londra, e le persone presenti alla serata, vicine a pezzi grossi della politica britannica, non amano che qualcuno si intrometta nelle loro vite. Saranno il detective McBride, ex ragazzo di strada poi riabilitato dalla polizia, e Alvaro Gerace, commissario bolognese, da anni sulle tracce di un serial killer ricercato in tutta la Romagna, a collegare quella morte spettacolare a una serie di strane sparizioni di bambini che unisce Italia e Gran Bretagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento