"Precarietà e lavoro nero uccidono salute, dignità, famiglie e la società"

Così il presidente della Provincia di Forlì-Cesena e sindaco di Bertinoro, Gabriele Antonio Fratto, nel messaggio di auguri a tutti le lavoratrici e lavoratori del territorio in occasione della festa del primo maggio.

"Ora più che mai non dobbiamo nascondere che la precarietà del lavoro e il lavoro nero uccidono la dignità delle persone, la salute, la famiglia e la società. Non c'è buona economia senza buoni imprenditori". Così il presidente della Provincia di Forlì-Cesena e sindaco di Bertinoro, Gabriele Antonio Fratto, nel messaggio di auguri a tutti le lavoratrici e lavoratori del territorio in occasione della festa del primo maggio.

"E' opinione comune nel nostro Paese che il lavoro sia una priorità umana e sociale - esordisce Fratto -. E' addirittura la Costituzione che declina la centralità del lavoro come elemento fondante dell'intero patto sociale che governa la nostra società. in questa occasione rivolgo un sentimento di profonda gratitudine a tutte le lavoratrici e i lavoratori che hanno contribuito a garantire i servizi essenziali in questo periodo caratterizzato da  pandemia. Essi, insieme alle loro famiglie, hanno dato concreta dimostrazione del fatto che nel lavoro non si cerca solo una fonte di reddito ma il modo per dimostrare la  propria utilità sociale, per partecipare responsabilmente allo sviluppo e al benessere della comunità, per la crescita personale". 

"Quanto è successo ha confermato la necessità di mantenere alta l'attenzione sul tema della sicurezza sul lavoro. A questo proposito voglio ricordare che nelle ultime settimane è stato costituito il Tavolo provinciale per la sicurezza nei luoghi di lavoro, dove si sta lavorando alacremente per riaprire le attività produttive in piena sicurezza per i lavoratori e le lavoratrici. Gli esiti della diffusione del Covid-19 non saranno di poco conto per cui sarà importante che tutte le istituzioni nazionali, regionali, ma anche locali ripensino un nuovo patto sociale per il lavoro, per concorrere a creare le condizioni per promuovere la piena occupazione, nella convinzione che lavoro sia uguale a dignità. Ci vuole il lavoro per i giovani ai quali abbiamo ipotecato il futuro. Essi devono poter coltivare la fiducia che i loro sforzi e i loro entusiasmi non saranno inutili. E' necessario supportare le  donne nel doppio ruolo, garantendo il diritto al lavoro e alla maternità. Credo che questo sia un dovere prima di tutto etico". 

"Ora più che mai non dobbiamo nasconderci che la precarietà del lavoro e il lavoro nero uccidono la dignità delle persone, la salute, la famiglia e la società - evidenzia Fratto -. Non c'è buona economia senza buoni imprenditori. A volte il sistema  sembra incoraggiare chi specula sul lavoro e non chi investe sul lavoro, perché creando burocrazia e controlli, si penalizzano gli onesti. Se è vero che lo sviluppo dell'occupazione è il prodotto della crescita economica e degli investimenti pubblici e privati, è evidente che ci sarà tanto da fare. L'auspicio è che, con grande responsabilità, sia mantenuta operativa ed efficace la rete provinciale delle istituzioni pubbliche e private, degli attori economici provinciali e del welfare per non disperdere il lavoro fin qui svolto e per trovare le migliori soluzioni possibili. La Provincia di Forlì-Cesena farà la propria parte con entusiasmo, passione e volontà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sensi e la fidanzata cesenate in tandem sul monopattino, la foto proibita su Instagram

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Il virus penetra in un'altra scuola superiore, tutta la classe in quarantena

  • Un altro caso di Covid in classe, positiva una bambina della scuola elementare

  • Col monopattino elettrico in autostrada, scusa incredibile del ragazzo

  • Coronavirus, nuovo caso a Bagno di Romagna: tamponi per i contatti stretti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento