menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto, terminati i lavori di riqualificazione delle banchine di Levante

Da metà novembre sono partiti anche i lavori nell’area cantieri di Ponente

Una città abbracciata al suo porto, ecco una delle tante possibili definizioni di Cesenatico che deve buona parte della sua vocazione turistica, produttiva ed economica e anche culturale a quest’area così importante per tutti i cittadini. Per fare da propulsore a una parte importante della città però, l’area aveva bisogno da tempo di un progetto di riqualificazione a tutto tondo che migliorasse le condizioni di lavoro di tutti le categorie che vi operano, mettesse in sicurezza il territorio dalle criticità legate alle condizioni meteo-marine e donasse nuova luce anche dal punto di vista estetico. Sono terminati in questi giorni i lavori partiti in agosto che hanno riguardato la riqualificazione delle banchine di Levante mediante  innalzamento della quota a + 1.10:1. 16mt sul livello di medio mare e l’allargamento delle stesse sino a 1.50mt.

L’intervento ha provveduto alla messa in sicurezza mediante consolidamento strutturale dei frangiflutti fortemente ammalorati, la predisposizione di nuove utenze ad uso esclusivo delle attività di pesca e il rifacimento della pavimentazione con la posa di materiale idoneo, tale da migliorare sia le condizioni di sicurezza dei lavoratori nelle aree di attracco in banchina che la movimentazione delle attrezzature di lavoro da pesca. L’intera area presentava da tempo una serie di importanti criticità legate alle condizioni meteo-marine e alle banchine di altezza inferiore rispetto a quelle presenti nelle aree del centro storico e a quelle delle aree in prossimità del mercato ittico in cui si è intervenuto di recente.

Nel frattempo, da metà novembre, sono partiti anche i lavori interamente coperti dall’Amministrazione Comunale, nell’area dei cantieri di Ponente e salvo imprevisti l’intervento in quell’area dovrebbe concludersi entro la fine di febbraio 2021. Nel piano asfalti 2021 è già prevista inoltre l’asfaltatura completa delle due aste di Via del Porto. 

 
 Il bando FEAMP e il bando FLAG

Nel dicembre del 2019 l’Amministrazione Comunale aveva ottenuto oltre 1 milione di euro per la riqualificazione del porto attraverso il bando europeo FEAMP. Il progetto, elaborato dal settore Lavori Pubblici, ha previsto interventi riguardanti la banchina di Levante da piazza Ciceruacchio fino alle Porte Vinciane e la sistemazione delle banchine dell’area cantieri sulla sponda di Ponente. I lavori, di importo pari a € 1.400.000, sono finanziati per € 1. 164.615,00 dai contributi del bando mentre i restanti € 236.000  saranno coperti dal Comune di Cesenatico come già previsto da bilancio preventivo 2020-2022. La fase propedeutica dei lavori è consistita nella realizzazione di un tratto di “fogna bianca” tra la Vena Mazzarini e l’area traghetto, totalmente a carico dell’Amministrazione Comunale che ha permesso di proseguire con gli interventi sulle banchine. 

Nel 2017, sempre con il bando FEAMP, il Comune di Cesenatico aveva ottenuto un finanziamento pari a 723.072 euro, a cui, successivamente, si sono aggiunti 123.665,92 euro (a fine 2018, infatti, c’è stato uno scorrimento della graduatoria che ha visto riassegnare fondi ai Comuni che avevano partecipando al bando europeo) portando cosi a 846.738,39 euro il contributo regionale. Il progetto i cui lavori sono iniziati a maggio 2018 e si sono conclusi nell’estate 2019, ha previsto la riqualificazione dell’area portuale e la messa in sicurezza della banchine del molo di ponente, interessando un’area di circa 7.000 metri quadrati, dal piccolo squero alla darsena. Il progetto era stato formulato in risposta alle numerose criticità segnalate dagli operatori del settore della pesca, nonché dal locale Ufficio Circondariale Marittimo, relativamente alla riqualificazione dell’area mercatale, alla messa in sicurezza delle banchine e alla difesa dalle ingressioni marine, alla sicurezza negli ambienti di lavoro, nonché al riammodernamento delle banchine. Dal punto di vista architettonico si è proceduto al rifacimento della pavimentazione delle banchine, sostituendo la selce con blocchi in cemento modulare di colore grigio. Analogamente è stata completamente rifatta la pavimentazione del piazzale, la selce levigata presente da diversi decenni è stata sostituita con cemento gettato in opera; un materiale più consono alla destinazione produttiva dell’area spesso sottoposta a traffico pesante.

Nell’ambito invece del progetto FLAG, il Comune di Cesenatico ha ricevuto un finanziamento di € 437.000 a cui sono stati aggiunti circa € 200.000 di investimento. I lavori si sono concentrati sulla realizzazione dei sottoservizi quali acque bianche e nere e vasche di prima pioggia, rifacimento della pavimentazione delle strade interessate ed un innovativo sistema di videosorveglianza atto a garantire la sicurezza del luogo e di regolamentazione degli accessi mediante sbarre automatiche. 

Il dragaggio

Lo scorso mese di ottobre è stato Definito anche il progetto per il dragaggio del tratto di Porto Canale che va dall’imboccatura del Porto sul mare fino alla Biblioteca Comunale: 1 milione di euro di investimenti con fondi regionali per intervenire su questo tratto nevralgico sia per la pesca sia per l’attività portistica. Sono state portate avanti le operazioni di batimetria per individuare i livello di profondità del Porto e contestualmente analizzare la qualità delle sabbia oggetto del dragaggio per capire la qualità delle sabbie su cui intervenire e quali di esse sono da classificare come rifiuti speciali. Sulla base di queste analisi è stato individuato il tratto su cui operare dopo che negli ultimi anni le attività operanti, compresa la Capitaneria di Porto, avevano segnalato il problema del fondale basso soprattutto nei momenti di bassa marea. L’obiettivo dell’intervento è quello di portare il pescaggio all’altezza di 3.50 metri, rendendo così possibili e agevoli tutte le operazioni. Dopo questa definizione del progetto, il prossimo passo è l’attivazione delle gare d’appalto.

 “La riqualificazione del nostro porto è un percorso strategico partito nel 2016 e passo dopo passo aggiungiamo tasselli importanti: fa un bell’effetto vedere le banchine nuove e innalzate e pensare a come era prima quest’area. Ogni risultato che vediamo è il frutto di piano strutturato e di ampio respiro: Nel 2017 abbiamo partecipato al bando FEAMP e poi al bando FLAG, e non dobbiamo dimenticarci del dragaggio. La cooperazione con le istituzioni e il dialogo, unito al grande lavoro di tutti i tecnici e i dirigenti dell’Amministrazione, è una risorsa fondamentale per migliorare Cesenatico. Tra fondi europei, regionali e comunali abbiamo messo a disposizione delle imprese e della marineria un pacchetto di interventi da 4.5 milioni di euro. Sono contento perché tutti insieme abbiamo raggiunto un altro obiettivo di mandato”, le parole del Sindaco Matteo Gozzoli.

“Sono felice di aver constato la fine di questi lavori così importanti per il nostro porto, e questo intervento ci permette di avere un’ottima visione di insieme su tutto quello che abbiamo fatto dal 2016 a oggi. Credo che l’area del Porto sia migliorata sotto tutti i punti di vista, e questo salto di qualità coinvolga la componente economica, sociale, culturale ed anche turistica. ”, il commento del Vice Sindaco Mauro Gasperini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento