Gambettola, il "portale del cittadino" collega online il Comune con i cittadini

Per la realizzazione del progetto il Comune utilizzerà le infrastrutture che la Regione Emilia Romagna mette a disposizione

Il Comune si avvicina ai cittadini e lo fa comunicando con innovativi servizi on line che consentiranno di rendere la pubblica amministrazione più vicina e trasparente. Da qualche giorno collegandosi al sito del comune (www.comune.gambettola.fc.it) è possibile avvalersi del nuovo servizio e trovare nella pagina iniziale la guida alle istruzioni per accreditarsi all’utilizzo.
Per eventuali richieste di informazioni è sempre possibile contattare l’ufficio tributi del Comune ai numeri telefonici: 0547/45209 – 45216.

"I nuovi servizi on-line consentiranno ai cittadini - dichiarano il sindaco Roberto Sanulli e il vice sindaco Eugenio Battistini -attraverso l’autenticazione Spid o Federa o tramite il possesso della firma digitale, di accedere direttamente dal proprio computer o dallo smartphone alle proprie posizioni tributarie. Il tutto avverrà con un processo graduale che agevolerà il cittadino nell’uso di questi servizi partendo con funzionalità semplici e intuitive dalla visualizzazione delle proprie posizioni tributarie fino alla possibilità di comunicare eventuali variazioni attraverso le istanze e di provvedere al pagamento delle imposte locali: Tari, Imu e Tasi”.

Per la realizzazione del progetto il Comune utilizzerà le infrastrutture che la Regione Emilia Romagna mette a disposizione, per rendere agevole l’uso dei servizi attraverso soluzioni che il cittadino è già abituato ad utilizzare, come ad esempio il Fascicolo Sanitario Elettronico o la dichiarazione dei redditi pre-compilata (accesso portale Agenzia delle Entrate). Questi servizi consentiranno, quindi, ai cittadini e agli imprenditori di mettersi in diretto contatto con il Comune dalla propria abitazione o dal proprio luogo di lavoro ottimizzando il proprio tempo ed evitando spostamenti e file.

"Grazie al portale - concludono Sanulli e Battistini - sarà possibile perseguire anche una maggiore equità, infatti grazie all’incrocio delle informazioni disponibili sulle banche dati pubbliche (Catasto, Fornitori di Energia e Agenzia delle Entrate), si potranno individuare potenziali situazioni di elusione e evasione delle imposte locali. Come Amministrazione stiamo perseguendo l’obiettivo di strutturare una tassazione fiscale locale più equa e trasparente finalizzata a far pagare tutti il proprio dovuto per avviare così una significativa riduzione delle imposte locali, in buona sostanza: pagare tutti per pagare meno, come abbiamo cominciato a fare con la Tari. Quest’anno infatti siamo riusciti a non aumentare la tassa rifiuti, come ci veniva chiesto da Atersir, grazie al recupero di risorse conseguente all’importante lavoro di lotta all’evasione che l’ufficio tributi sta portando avanti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

Torna su
CesenaToday è in caricamento