rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Sarsina

Porta a porta dei volontari, il Comune di Sarsina distribuisce le mascherine

A ciascun nucleo famigliare arriverà un pacchetto direttamente a casa grazie al servizio porta a porta che verrà svolto dai volontari della Misericordia

L’amministrazione comunale di Sarsina, unitamente alla Confraternita di Misericordia di Sarsina, sabato consegneranno a tutti i cittadini le mascherine chirurgiche. A ciascun nucleo famigliare arriverà un pacchetto direttamente a casa grazie al servizio porta a porta che verrà svolto dai volontari della Misericordia durante tutta la giornata.

Ciascun kit conterrà 3 mascherine cosiddette chirurgiche (una acquistata dal comune e misericordia, una data dalla regione ed una del tipo consegnato dalla Protezione Civile) ed anche una bottiglia di solvente per superfici donato da Baldoni Giovanni e dalla ditta Gi.Erre Life.
“Complessivamente - spiegano il Sindaco Enrico Cangini ed il Vice Gianluca Suzzi - abbiamo 5.500 mascherine: 2000 le abbiamo acquistate come amministrazione assieme alla Misericordia da una ditta del territorio convertitasi (in TNT lavabile), 1500 ci sono state messe a disposizione dalla regione ed altre 2000 (tipo monrasio) sono quelle della protezione civile. Pensiamo con tali scorte di riuscire a coprire tutta la popolazione. Cogliamo inoltre l’occasione per ringraziare le imprese che in queste settimane ci hanno donato dispositivi per la casa protetta, in particolare: Sermec Ricci Group, Righi Elettroservizi e Vosslho. Inoltre ci teniamo a ringraziare le concittadine che in questi giorni hanno prestato gratuitamente la loro opera per fare mascherine artigianali: Elena Ambrogetti, Patricia Perez, Silvia Tontini e Sonia Quaranta. Nella busta i concittadini troveranno anche una lettera di buona Pasqua per loro ed i loro cari. Attenzione, la mascherina non deve essere un incentivo ad uscire di casa ma un’ulteriore prevenzione da indossare qualora fosse necessario allontanarsi dalla propria abitazione, diventando così uno strumento di protezione per noi stessi e per le persone che ci circondano".

“Faremo le consegne a tutti i 1500 nuclei del nostro comune prima di Pasqua- precisa il Governatore Paolo Rossi - perché, assieme all’amministrazione, vogliamo che questo segno possa essere un buon augurio per le festività. Inoltre, per l’occasione, abbiamo deciso di consegnare circa 500 uova di pasqua a tutti i nostri giovani da 1 a 14 anni, ai disabili ed agli anziani soli  come segno di vicinanza e di solidarietà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta a porta dei volontari, il Comune di Sarsina distribuisce le mascherine

CesenaToday è in caricamento