Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Polizia Stradale con poche auto e vecchie, "non chiedeteci di inseguire nessuno"

Sos automobili per la Polizia Stradale di Forlì-Cesena: i mezzi sono in gran parte vecchi e non ci sono neanche i soldi per ripararli. Alcune vecchie auto di servizio si sono guastate, i soldi per aggiustarle non ci sono

Sos automobili per la Polizia Stradale di Forlì-Cesena: i mezzi sono in gran parte vecchi e non ci sono neanche i soldi per ripararli. Alcune vecchie auto di servizio si sono guastate, i soldi per aggiustarle non ci sono, perchè i fondi destinati a tale scopo sono stati continuamente decurtati negli ultimi anni. Oppure accade che sono troppo vecchie e non conviene ripararle. Auto nuove non ne arrivano. Risultato alla Sezione di Forlì, dove ci sono 38 poliziotti, ci sono 2 auto funzionanti; al Distaccamento di Rocca San Casciano dove ce ne sono 10 abbiamo 2 auto; a Bagno di Romagna dove ci sono 31 uomini ne abbiamo 3. Sette auto in tutto, di cui tre fuoristrada, le più nuove con 100.000 km e altre che arrivano addirittura a 300.000.

E' la denuncia che arriva da dal delegato per la Polizia Stradale del sindacato di polizia Sap Spartaco Ulrico Collinelli: “Pur considerando che una parte del personale viene impiegato in attività burocratica e logistica; rimane il fatto che il numero di pattuglie effettivamente messe su strada è inferiore a quelle realmente realizzabili in relazione al numero degli agenti disponibili. Ed al minimo imprevisto? Usciremo a piedi? E quale potrà essere la durata di un veicolo utilizzato 24 ore su 24 che percorre giornalmente centinaia di chilometri?”

“Anacronistica, poi, possiamo definire la situazione di Bagno di Romagna. Qui, infatti, la vigilanza sulla E45, una strada a quattro corsie, a scorrimento veloce, in cui, probabilmente più che in altri contesti, la condizione di mancanza della corsia di emergenza aumenta il rischio degli operatori, e dove andrebbero utilizzati, per esempio, mezzi dotati di efficaci dispositivi di segnalamento ed avviso, è “garantita” grazie a due vecchi, lenti, ma per fortuna robusti, fuoristrada. Quindi se avete bisogno, con calma arriviamo, ma per favore, non chiedeteci di inseguire nessuno”.

Sempre Collinelli: “Speriamo che il clima, ci venga incontro garantendoci una primavera mite, perchè si sta già prospettando l'unica soluzione possibile, ovvero effettuare il servizio di vigilanza stradale con le moto. Quello che una volta era considerato un vanto ed un simbolo della Polizia Stradale è destinato a diventare l'ultima risorsa. Che amarezza! Continueremo a fare il nostro dovere, ma è giusto che i cittadini sappiano in che condizioni siamo! E’ per questo, infine, che questa Segreteria Provinciale ha investito del problema il Dirigente del Compartimento Polizia Stradale Emilia Romagna di Bologna perché si attivi presso il Dipartimento per richiedere l’assegnazione di nuovi veicoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Stradale con poche auto e vecchie, "non chiedeteci di inseguire nessuno"
CesenaToday è in caricamento