Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

L'uomo bloccato per la violenta aggressione in strada, ma la donna oltre che vittima è pusher: arrestati

Gli agenti di Polizia si sono precipitati sul posto, dove il marocchino di 32 anni stava sfogando la sua ira sulla malcapitata connazionale e coetanea

Una vicenda piuttosto singolare ha portato all'arresto di una coppia di cittadini marocchini, per reati diversi con l'operazione della Polizia di Stato che è partita da un episodio che è stato segnalato dai cittadini. Lo scorso 13 gennaio infatti al Commissariato di Polizia di Cesena sono arrivate diverse segnalazioni che avvisavano di una violenta aggressione in strada, nella zona di San Rocco. 

Gli agenti si sono precipitati sul posto, dove il marocchino di 32 anni stava sfogando la sua ira sulla malcapitata connazionale e coetanea. L'uomo, senza fissa dimora e irregolare sul territorio italiano, non ha accennato a placare i suoi bollenti spiriti neanche davanti ai poliziotti, al punto che un agente è stato morsicato su un braccio, dovendo ricorrere alle cure del pronto soccorso, con una prognosi di dieci giorni.

Per la vittima, legata al suo aggressore da una relazione affettiva, è stato necessario il trasporto al pronto soccorso del Bufalini dove è stata riscontrata una prognosi di 15 giorni. Il 32enne marocchino è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ma anche per le lesioni cagionate alla donna.

Ma è negli uffici del commissariato che si è evoluta la singolarità della vicenda. Tra gli effetti personali della giovane marocchina è spuntato un involucro di cellophane contenente due grammi di cocaina. Addosso alla donna gli agenti hanno trovato anche 800 euro in contanti che mal si conciliavano con il suo status di disoccupata. Le succesivi indagini hanno fatto scoprire che la ragazza nell'ultimo periodo abitava a casa dei genitori che hanno offerto la massima collaborazione.

Nell’abitazione è stata trovata una valigia contenente ben quattro panetti di hashish del peso di un etto ciascuno, nonchè, tra i vestiti della 32enne quattro involucri di cellophane contenenti  cocaina, del peso complessivo di quattro grammi. A questo punto sono scattate le manette anche per la donna per il reato di detenzione e spaccio di droga.

Gli arresti sono stati convalidati entrambi dal Gip del Tribunale di Forlì, che ha disposto la custodia in carcere per l’uomo e gli arresti domiciliari per la donna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo bloccato per la violenta aggressione in strada, ma la donna oltre che vittima è pusher: arrestati

CesenaToday è in caricamento