rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

"Polisportiva e parrocchia trovino un accordo", nasce il comitato per salvare il centro sportivo di Ponte Abbadesse

Il comitato produce il massimo sforzo per cercare di risolvere la questione: "E’ pronta anche la petizione rivolta all’Amministrazione, alla Curia e alle parti coinvolte sulla quale stiamo avviando la raccolta firme"

Si è ufficialmente costituito il comitato “Aiutamo i Ragazzi del Centro Sportvo Elio Maraldi di Ponte Abbadesse di Cesena”. La questione è nota e spinosa, e vede contrapposte proprio la società sportiva Nuova Virtus Cesena e la parrocchia che ospita il centro sportivo stesso. "Dopo la riunione del 2 gennaio - fa sapere il comitato - nella Sede del Quartiere Cesuola,  si è creato un gruppo di genitori di ragazzi tesserati alla Nuova Virtus e di residenti del  quartiere Cesuola con lo scopo di sensibilizzare la città riguardo la questione che vede coinvolta  l’area su cui insiste il centro sportivo, all'interno della Parrocchia di San  Giovanni Bono, sino ad ora gestito dalla Nuova Virtus e messa in vendita dalla Curia di  Cesena".  

Il comitato produce il massimo sforzo per cercare di risolvere la questione: "E’ pronta anche la petizione rivolta all’Amministrazione, alla Curia e alle parti coinvolte sulla quale stiamo avviando la raccolta firme promossa sia online che in via cartacea. Il fine è quello di spingere  le parti a trovare un accordo per entrambe soddisfacente (Polisportiva e Curia) tutelando l’interesse  dei ragazzi e della comunità. A breve renderemo disponibile il link della petizione online e il  calendario per i banchetti della raccolta firme". 

"Lo scopo di questa iniziativa, lo ribadiamo, è esclusivamente quello di salvaguardare il diritto dei  bambini e dei ragazzi che frequentano il centro sportivo di Ponte Abbadesse (e delle loro famiglie)  di vivere questa realtà educativa e sociale anche in futuro, scongiurando speculazioni economiche a  scapito di un luogo che negli anni è sorto e si è evoluto grazie all’opera gratuita e al contributo economico degli abitanti del quartiere Cesuola e che oggi costituisce una realtà viva e preziosa  per l’intera comunità di Cesena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Polisportiva e parrocchia trovino un accordo", nasce il comitato per salvare il centro sportivo di Ponte Abbadesse

CesenaToday è in caricamento