Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

"Ecco perchè amo il Natale": gli auguri del vescovo in una poesia

Lunedì il vescovo era presente in Comune alla cerimonia di consegna della “Luce della Pace di Betlemme”, portando al presidente del Consiglio Comunale Simone Zignani, al sindaco Paolo Lucchi, alla Giunta, a molti consiglieri comunali e presidenti di quartiere il messaggio di Papa Franacesco per la celebrazione della Giornata della Pace 2015

Una poesia per spiegare "Perchè amo il Natale". Questi gli auguri del vescovo Douglas Regattieri a tutti i cesenati. Lunedì il vescovo era presente in Comune alla cerimonia di consegna della “Luce della Pace di Betlemme”, portando al presidente del Consiglio Comunale Simone Zignani, al sindaco Paolo Lucchi, alla Giunta, a molti consiglieri comunali e presidenti di quartiere il messaggio di Papa Franacesco per la celebrazione della Giornata della Pace 2015.

Perché amo il Natale?

Amo la penombra
mi obbliga ad andare all’essenziale
a cercare ciò che conta veramente
nel buio l’attenzione è al massimo
la concentrazione è intensa.
Lo sfolgorio delle luci
di questi giorni
mi disturba
mi distrae
mi porta fuori…
Per questo amo il Natale!
Gesù è nato nella notte
i pastori, i magi, i piccoli
nella penombra
illuminata solo dalla Stella
un’unica luce
trovarono facilmente la strada…
Per questo amo il Natale!

Amo il silenzio
mi costringe a non fingere
avvolto dalla sua voce, mi sento vero
il fracasso mi disturba
il chiasso mi costringe a chiudere
porte e finestre di casa mia
persino il suono delle cornamuse e delle zampogne
accarezzano per un momento il mio orecchio
ma poi vengono a noia…
Per questo amo il Natale!
Gesù è nato nel silenzio
la parola come spada affilata
si lanciò nella terra di morte
mentre un profondo silenzio avvolgeva tutte le cose
nel silenzio solo la sua Parola
inconfondibile tra le chiacchiere, chiara, diretta…
Per questo amo il Natale!

Amo l’essenziale
le tante cose mi stancano
diventano pesanti da custodire
la paura di perderle
l’accumulo è una falsa difesa
perché alla fine sono in balia di tutti
Per questo amo il Natale!
Gesù è nato povero
un po’ di paglia, due pannolini
il caldo tepore del seno di Maria
il forte braccio di Giuseppe
il fiato di un bue e di un asino
bastano
anche l’incenso, la mirra e l’oro
restano alla fine abbandonati
lì sulla paglia
non servono…
Per questo amo il Natale!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ecco perchè amo il Natale": gli auguri del vescovo in una poesia
CesenaToday è in caricamento