rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Centro  / Via Zeffirino Re

Chi ha detto che è un mestiere maschile? Ad infornare le pizze ci pensa una ragazza di 23 anni: "Un lavoro che mi mette alla prova"

La pizzeria "Semplice" in via Zeffirino Re, oltre alla particolarità della pizza al tegamino, ha un'altra singolarità che la rende unica nel suo genere. A infornare la pizza non troverete il classico pizzaiolo ma una ragazza di 23 anni

La pizzeria "Semplice" in via Zeffirino Re, oltre alla particolarità della pizza al tegamino, ha un'altra singolarità che la rende unica nel suo genere. A infornare la pizza non troverete il classico pizzaiolo ma una ragazza di 23 anni che sa il fatto suo e usa la pala con grande disinvoltura e professionalità. In tutta Italia le pizzaiole si contano sulle dita di una mano perchè normalmente è considerato un lavoro maschile a causa della fatica, del gran calore a cui bisogna stare per ore e ore e della prestanza fisica necessaria per tirar fuori e dentro le pizze con la pala. La giovane pizzaiola che, invece, non fa una piega davanti al forno, è Stefania Rizzato di Varese, arrivata in Romagna con l'idea di lavorare nel mondo dell'accoglienza e della ristorazione. Stefania, infatti, per un po' ha lavorato in un agriturismo facendo la tuttofare, poi quando ha visto che la pizzeria Semplice cercava personale si è presentata al colloquio. 

"Erano aperte due posizioni, una in sala come cameriera e una in cucina - spiega Stefania - Quando mi hanno chiesto cosa preferivo mi sono brillati gli occhi all'idea di stare in cucina, così ho provato. Mi sono messa a guardare cosa faceva Egidio Mongelli, uno dei due fratelli che gestiscono Semplice, che impasta, prepara la linea alimentare delle pizze e inforna. E poi ho iniziato ad aiutarlo. Ora impasta sempre lui, ma io sto imparando. Invece alla linea alimentare e al forno ci sto io. Per me è una gran soddisfazione. Mi dà modo di sperimentare e di mettermi alla prova".

Stefania, nel frattempo, ha deciso anche di iscriversi al primo anno di Università, Scienze Gastronomiche, per dare anche una solida base teorica alla sua passione di stare in cucina. "Vorrei fare più lavori possibili in questo ambito - continua Stefania - per imparare tutto quello che c'è da imparare. Quello che mi piacerebbe, fra un po' di anni, è aprire qualcosa di mio".

La pizza preferita? "La pizza che mi piace di più tra quelle che faccio - conclude Stefania - è la Semplice, inventata da Egidio, con pancetta croccante, bufala e granella di pistacchio in base bianca. Senza pomodoro. Anche se sono molto legata anche alla prima pizza che ho sperimentato io e che è la bianca con mortadella, stracciatella, granella di pistacchio e glassa di aceto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi ha detto che è un mestiere maschile? Ad infornare le pizze ci pensa una ragazza di 23 anni: "Un lavoro che mi mette alla prova"

CesenaToday è in caricamento