menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più di 800 amici ricordano Luca con foto e aneddoti, tre settimane per il rimpatrio della salma

Ha raggiunto più di ottocento adesioni la pagina su Facebook dedicata a Luca Fiorenzano, il 35enne cesenate morto a Miami il primo giorno dell'anno in circostanze ancora da chiarire

Ha raggiunto più di ottocento adesioni la pagina su Facebook dedicata a Luca Fiorenzano, il 35enne cesenate morto a Miami il primo giorno dell'anno in circostanze ancora da chiarire nei dettagli. “Luca Fiorenzano - sempre nei nostri cuori” è la pagina organizzata da alcuni amici di Cesena, sbigottiti per il decesso improvviso del loro conoscente, per mettere assieme ricordi e commiati da tutto il mondo. E in tanti, commossi, hanno voluto partecipare a quest'iniziativa postando ricordi, foto, aneddoti, affinché il nome di Luca Fiorenzano non cada nell'oblio, favorito tra l'altro da un decesso avvenuto a migliaia di chilometri da casa.

Dalla Florida, infatti, le notizie arrivano ancora frammentarie e centellinate. Si stima che per il rimpatrio della salma ci vorranno almeno tre settimane. La pagina Facebook è stata creata anche con lo scopo di raccogliere fondi: in tanti hanno partecipato o con donazioni su una carta ricaricabile, oppure devolvendo dei contanti in una scatola che è stato messa al circolo “La Palazetta” di Ronta di Cesena. Altri punti di raccolta saranno presto istituiti. Il denaro sarà poi rendicontato e consegnato alla famiglia e speso per opere di beneficenza intitolate a Luca.

Cosa sia accaduto la sera del primo dell'anno a Miami è ancora da stabilire. Il “file” del decesso di Luca Fiorenzano, il numero 13 del 2018 del “Medical Examiner” della contea di Miami Dade, una delle tre contee che forma l'area metropolitana della città americana, è ancora contrassegnato come “pending”, vale a dire con modalità e cause non ancora definite con esattezza, mentre la morte è datata alle 23.39 del 1 gennaio.  Luca Fiorenzano, quella sera del 1 gennaio si sarebbe trovato a casa di una ragazza, sentendo forti dolori e difficoltà respiratorie, tanto che è stata allertata un'ambulanza, il cui personale ha somministrato alcune cure a Luca. Ripresosi, il giovane cesenate avrebbe però firmato per non sottoporsi al ricovero e si sarebbe appisolato sul divano. Solo al rientro dal lavoro della proprietaria di casa, la stessa si sarebbe accorta che quello non era sonno, bensì morte, tanto che si trovava nella stessa posizione di quando se n'era andata. Gli accertamenti da parte delle autorità americane sono ancora in corso.

Luca Fiorenzano si trovava a vivere a Miami da qualche tempo. A Cesena aveva gestito un negozio per ricariche per stampanti in via Savio. Ora il suo corpo si trova ancora in America, in attesa di poter tornare in Italia per il funerale, l'ultimo saluto di amici e parenti ed infine la sepoltura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento