Piste ciclabili, strade e scuole: realizzate opere per 10 milioni

In un anno difficile come il 2012, il Comune di Cesena è comunque riuscito a concretizzare gran parte del programma dei Lavori Pubblici: una trentina le opere per le quali si è rispettato il programma

In un anno difficile come il 2012, il Comune di Cesena è comunque riuscito a concretizzare gran parte del programma dei Lavori Pubblici: una trentina le opere per le quali si è rispettato il programma,  per un importo complessivo di quasi 10,5 milioni di euro e una percentuale di realizzazione del programma in termini economici pari all’86,9%. E’ quanto emerge dal rapporto consuntivo di fine anno riferito allo stato di avanzamento del programma triennale dei Lavori Pubblici.

“Anche nell’anno appena concluso – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – siamo riusciti a mantenere la capacità di realizzazione degli investimenti. E questo risultato ha particolare valore se si tiene conto dei problemi creati dal nevone e, soprattutto, dei pesanti vincoli del Patto di Stabilità che, com’è noto, impone un tetto rigido dei pagamenti, condizionando non poco la pianificazione e l’esecuzione degli interventi. Non a caso,  alcune delle opere che non abbiamo realizzato sono state volutamente rallentate proprio per i problemi legati al rispetto del Patto di stabilità: è il caso della pista ciclabile fra Ronta a San Martino in Fiume e di quella sull’ultimo tratto di via Dismano, per le quali i lavori, consegnati ad ottobre, sono stati rinviati all’anno nuovo. Più in generale, la previsione di nuove opere è sempre più difficile anche per un Comune virtuoso e con i conti in ordine come il nostro. Ciò, naturalmente crea difficoltà e penalizza i cittadini, colpendo soprattutto i residenti di zone che nutrono legittime aspettative di vedere realizzate opere importanti e, in alcuni casi, attese da tempo. Sappiamo quanto ciò sia frustrante, ma confidiamo che i cesenati capiscano. Auspichiamo che le nuove politiche governative modifichino questa situazione e ci mettano nelle condizioni di utilizzare risorse che abbiamo già a disposizione ma che in questa fase rimangono bloccate”.

Entrando nel dettaglio, sono 31 i progetti ( fra quelli inseriti nel programma triennale 2011-2013 e quelli del programma 2012-2014)  che sono stati conclusi o, comunque, portati avanti nel 2012 secondo le previsioni.

Fra quelli giunti a termine compaiono la pista ciclabile di via Savio (855.000 euro),  il corridoio ciclopedonale in piazza del Popolo (100mila euro), la ristrutturazione di via Larga a Pievesestina (550.000 euro), la rotonda allo svincolo dell’E45 a Diegaro (600.000 euro).

Più in generale, sul fronte della viabilità sono stati eseguiti lavori per oltre 3 milioni e mezzo euro, in cui sono compresi, ad esempio, interventi di manutenzione straordinaria alle strade urbane ed extraurbane (750mila euro), opere di viabilità richieste dai quartieri (630mila euro), i ‘progetti sicurezza’ per la revisione e il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale (390mila euro), interventi sulle frane e per la difesa idrogeologica (435mila euro). Ma altre manutenzioni stradali, per un importo di oltre 600mila euro, sono rimasti indietro proprio per i problemi legati al patto di stabilità.

Tabella di marcia rispettata sul fronte dell’edilizia scolastica, che nel 2012 ha visto realizzare il 60% dei lavori per l’ampliamento della scuola elementare di Pievesestina (per un importo di 1 milione e 80mila euro su un totale di 1 milione e 800mila euro), la realizzazione della prima tranche del progetto per la riqualificazione energetica della media Plauto (per un importo di 270mila euro sui 900mila totali, coperti per circa il 50% da finanziamenti europei), l’avvio dei lavori per la riduzione del rischio sismico nella scuola elementare di Borello (opere già eseguite al 30% per un importo di 105mila euro su un totale di 350mila euro) e la ripresa, ad agosto, dei lavori per la nuova materna di Martorano (eseguito il 30% dell’opera per un importo di 683.888 euro su un totale di 2 milioni e 279mila euro). Realizzati anche interventi di manutenzione straordinaria su altre strutture scolastiche per un importo di 245mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggermente in ritardo rispetto alle previsioni (ma lo scarto è solo del 10%) i lavori di completamento del secondo lotto della Malatestiana, a causa delle particolari situazioni che hanno incontrato in corso d’opera le ditte esecutrici. Hanno invece subito una battuta d’arresto i lavori di manutenzione sulla Rocca Malatestiana, per i quali era prevista la conclusione entro il 2012: l’impresa esecutrice non ha potuto concludere l’intervento perché ha richiesto il concordato al tribunale fallimentare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento