"Pillola del giorno dopo" negata, l'Ausl: "Difetto di comunicazione. Verifiche in corso"

La segnalazione pubblicata sul gruppo Facebook "Obiezione respinta" da un'utente sta continuando a far discutere il popolo degli internauti

Il caso della "pillola del giorno dopo" negata con un cartello dal medico di base continua a far discutere. La segnalazione pubblicata sul gruppo Facebook "Obiezione respinta" da un'utente sta continuando a far discutere il popolo degli internauti. Sulla questione interviene anche l'Ausl, comunicando che "sta effettuando, con gli scarsi elementi a disposizione, le verifiche sull’intero episodio per accertare quando accaduto".

L'Azienda precisa inoltre "che per disposizione dell'Agenzia Italiana del farmaco, a partire dal 4 marzo 2016 è stato modificato il regime prescrittivo della "pillola del giorno dopo", analogamente a quanto era già avvenuto a maggio 2015 per la "pillola dei 5 giorni dopo". Ne deriva che tutte le donne maggiorenni possono acquistare in farmacia la contraccezione d'emergenza senza prescrizione medica. L’obbligo di ricetta rimane invece per le minorenni".

"Non è prevista l’obiezione di coscienza da parte dei medici ed il servizio più idoneo a rispondere su questi temi è il Consultorio Familiare, cui spetta svolgere anche attività di prevenzione ed educazione sanitaria rispetto ai sistemi di contraccezione - conclude l'Ausl -. Verosimilmente nella relazione con la paziente potrebbe essersi generato qualche difetto di comunicazione, situazione della quale l’Azienda si scusa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento